Home Archivio storico 1998-2013 Generico Il paesaggio che vorrei

Il paesaggio che vorrei

CONDIVIDI
  • Credion
Il FAI – Fondo Ambiente Italiano e la Libera Università di Lingue e Comunicazione IULMpresentano per l’anno scolastico 2012/2013 la III edizione del Torneo del paesaggio, gara di cultura e ricerca in due fasi dedicata alla scuola secondaria di II grado. Tema di questa edizione è “il Paesaggio che vorrei”.
Quest’anno, in particolar modo, si chiede ai ragazzi di individuare un luogo del proprio territorio che abbia un valore simbolico identitario per la collettività, ma che richiede uno sforzo corale per essere tutelato, protetto e valorizzato. Altra novità è rappresentatadalla sezione speciale Classi Amiche FAI che riserva, al termine della I fase, un’opportunità in più alle classi iscritte al FAI.
Il Torneo si articola in 2 fasi:
La I fase eliminatoria si svolge a scuola sotto la responsabilità del Dirigente Scolastico e dei docenti referenti. Le squadre iscritte devono rispondere a una serie di domande su come la percezione del paesaggio è mutata attraverso i secoli, fino ad arrivare all’attuale concetto di paesaggio tutelato da
una normativa specifica. Le squadre dovranno inoltre visionare alcuni casi virtuosi, seguiti nel tempo dal FAI,
che hanno portato ad una tutela attenta del paesaggio o segnalazioni di scarsa attenzione verso il nostro patrimonio culturale.
La Segreteria del Torneo fornirà ai docenti gli approfondimenti su cui gli studenti dovranno prepararsi e le domande della prova con le relative soluzioni e punteggi, così da agevolare il lavoro degli insegnanti.
A conclusione di questa fase, ogni scuola segnala al FAI – insieme ad una graduatoria – 1 squadra vincitrice, che sarà ammessa alla fase successiva. Inoltre, tra le squadre “Classi Amiche FAI” eliminate verranno “ripescate”, seguendo la graduatoria comunicata dal docente referente, 1 squadra “Classe Amica FAI” a livello di istituto.
Nella II fase nazionale i finalisti si sfidano con la presentazione di un dossier, su un luogo paesaggistico a loro particolarmente caro, segnalando risultati positivi di tutela e valorizzazione dello stesso oppure evidenziando situazioni che potrebbero modificarne la bellezza. Il loro lavoro sarà, inoltre, correlato da un articolo giornalistico per far conoscere al grande pubblico il valore del luogo scelto attraverso inchieste, sondaggi, azioni di sensibilizzazione rivolte alla collettività.
Una giuria qualificata, composta da rappresentanti FAI e IULM, selezionerà nel mese di maggio, tra i progetti finalisti, i tre migliori elaborati.
Nella primavera 2013 si svolgerà una cerimonia di premiazione presso l’Università IULM, Milano dove i vincitori presenteranno il loro lavoro e saranno premiati con speciali materiali didattici.
Le classi al momento dell’iscrizione ricevono via e-mail una password, per scaricare dal sito www.faiscuola.it il manuale di istruzioni con gli approfondimenti dedicati alla prima prova e le indicazioni operative su come partecipare al Torneo e realizzare un dossier, disponibili anche all’interno del sito www.iulm.it, sezione “Partnership”.