Invalsi 2021. Giuliani: rifugiarsi nella DaD fa arretrare gli apprendimenti

CONDIVIDI

Il merito studentesco parla al femminile. Sono infatti le giovani donne del Sud Italia ad avere risposto in misura maggioritaria, in prevalenza dalla Sicilia, all’iniziativa 100 alla maturità della Tecnica della Scuola, “ragazze che confermano la loro inclinazione a ottenere i punteggi più elevati in fatto di maturità,” commenta il direttore Alessandro Giuliani intervistato da Rei tv.

Un risultato, quello dei centisti della Tecnica della Scuola, in linea con le statistiche della maturità 2020 e 2021 ma in controtendenza rispetto ai dati Invalsi.

Icotea

Spiega sempre il direttore Giuliani: “Dai dati Invalsi risulta che gli esiti migliori sono concentrati al Nord mentre al Sud si registra un arretramento degli apprendimenti“. Ed è la pandemia a svolgere un ruolo cruciale in questo. “Un rifugiarsi causa di forza maggiore nell’utilizzo della didattica a distanza ha comportato una regressione delle conoscenze, delle competenze, delle capacità degli studenti, specie nella realtà del Paese più arretrate e nei gradi di scuola, come la scuola secondaria superiore, che della DaD hanno fatto un uso prolungato”.

E ammonisce: “Bisognerebbe interrogarsi sul perché non si lavori proprio sulla scuola superiore nell’ottica di rafforzare le competenze, dato che è nella scuola superiore che si registra la più ampia dispersione scolastica”.