Home Alunni Iscrizioni 2018/19, dal 9 gennaio la registrazione sul portale Miur. Le info...

Iscrizioni 2018/19, dal 9 gennaio la registrazione sul portale Miur. Le info utili

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Ci sarà tempo dalle 8.00 del 16 gennaio alle 20.00 del 6 febbraio 2018 per effettuare la procedura le iscrizioni 2018-19.

Già a partire dalle 9.00 del 9 gennaio si potrà accedere alla fase di registrazione sul portale www.iscrizioni.istruzione.it. Chi ha un’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) potrà accedere con le credenziali del gestore che ha rilasciato l’identità.

Il 13 novembre 2017 il Miur ha pubblicato la nota 14659/17, per le Iscrizioni alle scuole dell’infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2016/2017”.

ICOTEA_19_dentro articolo

La circolare disciplina le iscrizioni

  • alle sezioni delle scuole dell’infanzia
  • alle prime classi delle scuole di ogni ordine e grado
  • ai percorsi di istruzione e formazione professionale
  • alle classi terze dei licei artistici artistici e degli istituti tecnici e professionali
  • al percorso di specializzazione per “Enotecnico” degli istituti tecnici del settore tecnologico a indirizzo “Agraria, agroalimentare e agroindustria”, articolazione “Viticoltura ed enologia”.

La nota 14659

  • fa espresso riferimento agli adempimenti vaccinali di cui al decreto-legge 7.6.2017, n. 73, convertito nella legge 31.7.2017, n. 119;
  • ricorda il carattere assolutamente volontario di contributi economici richiesti alle famiglie, ferma restando invece l’obbligatorietà del pagamento delle tasse scolastiche;
  • richiama – in caso di eventuale eccedenza di iscrizioni – l’obbligo della scuola di rendere pubblici i criteri di precedenza per l’accoglimento delle domande, deliberati dal Consiglio di Istituto, fornendo al riguardo una serie di indicazioni e raccomandazioni.

Nella nota sono altresì inseriti specifici commi riconducibili a quanto prevedono i decreti legislativi di attuazione delle deleghe previste dalla legge 107/2015, anzitutto per quanto riguarda gli istituti professionali. Il decreto legislativo 61/2017 prevede infatti l’emanazione di un Regolamento che definirà i profili di uscita degli indirizzi di studio e i relativi risultati attesi di apprendimento. Tale Regolamento, che dovrà essere concertato con la “Conferenza Stato Regioni”, è fondamentale per l’orientamento e la programmazione dell’offerta formativa delle Regioni e delle Province, nonché degli stessi istituti interessati. In attesa del Regolamento, il Ministero ritiene che per favorire l’orientamento, relativamente alla definizione dei profili in uscita, siano portate a conoscenza delle scuole le risultanze del lavoro della Commissione Tecnica già insediata (in attesa del passaggio formale in “Conferenza Stato Regioni”).

Altre novità indotte dai decreti attuativi della legge 107 riguardano, per la primaria e la secondaria di I grado, i casi in cui i genitori intendono avvalersi dell’istruzione parentale e quelli di frequenza in scuole non rientranti nel sistema paritario.

Un paragrafo è dedicato alle iscrizioni alle classi prime dei percorsi sperimentali di durata quadriennale di cui al DM 3.8.2017, n. 567, percorsi per la cui attivazione sperimentale è scaduto ieri, 13 novembre, il termine per le proposte di candidatura. Nella nota si ricorda che le scuole paritarie che si sono candidate dovranno richiedere, entro il 31.3.2018, il riconoscimento della parità anche per i corsi sperimentali.

Le iscrizioni on line riguardano anche i corsi di istruzione e formazione dei Centri di formazione professionale regionali (nelle Regioni che hanno aderito). Per le scuole dell’infanzia la procedura è cartacea. L’adesione delle scuole paritarie al sistema delle ‘Iscrizioni on line’ resta sempre facoltativa.

Gli strumenti per la scelta
Per effettuare l’iscrizione on line va innanzitutto individuata la scuola di interesse. Strumento utile in questo senso è il portale ‘Scuola in Chiaro’ che raccoglie i profili di tutte le scuole italiane e visualizza informazioni che vanno dall’organizzazione del curricolo, all’organizzazione oraria, agli esiti degli studenti e ai risultati a distanza (Università e mondo del lavoro).

Scuola dell’infanzia 
La domanda resta cartacea e va presentata alla scuola prescelta. Possono essere iscritti alle scuole dell’infanzia le bambine e i bambini che compiono il terzo anno di età entro il 31 dicembre 2018, che hanno la precedenza. Possono poi essere iscritti le bambine e i bambini che compiono il terzo anno di età entro il 30 aprile 2019. Non è consentita, anche in presenza di disponibilità di posti, l’iscrizione alla scuola dell’infanzia di bambini che compiono i tre anni di età successivamente al 30 aprile 2019.

Scuola primaria
Le iscrizioni si fanno on line. I genitori possono iscrivere alla prima classe della scuola primaria le bambine e i bambini che compiono sei anni di età entro il 31 dicembre 2018. Si possono iscrivere anche i bambini che compiono sei anni dopo il 31 dicembre 2018 e comunque entro il 30 aprile 2019. Non è consentita, anche in presenza di disponibilità di posti, l’iscrizione alla prima classe della primaria di bambine e bambini che compiono i sei anni successivamente al 30 aprile 2019. I genitori, al momento della compilazione delle domande di iscrizione on line, possono indicare, in subordine rispetto alla scuola che costituisce la loro prima scelta, fino a un massimo di altre due scuole di proprio gradimento. Il sistema di iscrizioni on line comunica di aver inoltrato la domanda di iscrizione verso le scuole indicate come seconda o terza opzione.

Secondaria di I grado
All’atto dell’iscrizione on line, i genitori esprimono le proprie opzioni rispetto alle possibili articolazioni dell’orario settimanale che può essere di 30 oppure 36 ore, elevabili fino a 40 (tempo prolungato), in presenza di servizi e strutture idonee. In subordine alla scuola che costituisce la prima scelta, è possibile indicare fino a un massimo di altre due scuole di proprio gradimento. Per l’iscrizione alle prime classi a indirizzo musicale, i genitori devono barrare l’apposita casella del modulo di domanda di iscrizione on line. Le istituzioni scolastiche organizzeranno la prova orientativo-attitudinale in tempi utili per consentire ai genitori, nel caso di carenza di posti disponibili, di presentare una nuova istanza di iscrizione, eventualmente anche a un’altra scuola.

Secondaria II grado
Nella domanda di iscrizione on line alla prima classe di una scuola secondaria di secondo grado statale, i genitori esprimono anche la scelta dell’indirizzo di studio. Oltre alla scuola di prima scelta è possibile indicare, in subordine, fino a un massimo di altre due scuole di proprio gradimento.

Iscrizioni alle prime classi dei percorsi quadriennali
A partire dall’anno scolastico 2018/2019 sarà possibile scegliere anche uno dei cento percorsi sperimentali, attivati in altrettante classi prime di Licei e Istituti tecnici, per la conclusione del percorso di studi in quattro anni. Le classi prime potranno essere attivate esclusivamente nelle scuole statali e paritarie i cui progetti di sperimentazione saranno approvati a conclusione della valutazione, in corso da parte del Ministero, delle candidature pervenute a seguito della pubblicazione di un apposito bando. È consentita l’attivazione di una sola classe prima per un solo indirizzo di studio fra quelli già presenti nell’offerta formativa della scuola.

Per quanto riguarda l’istruzione professionale, nel 2018/2019 partiranno i nuovi indirizzi previsti da uno dei decreti attuativi della legge 107 del 2015 (Buona Scuola). Il relativo regolamento sarà a breve sottoposto al vaglio della Conferenza Stato Regioni.

La circolare contiene informazioni dettagliate anche sulle iscrizioni di alunne e alunni con disabilità, con disturbi specifici di apprendimento e con cittadinanza non italiana. Con riferimento a questi ultimi, in particolare, si ricorda che anche per quelli sprovvisti di codice fiscale è consentito effettuare la domanda di iscrizione on line. Una funzione di sistema, infatti, consente la creazione di un cosiddetto “codice provvisorio” che, appena possibile, l’istituzione scolastica sostituisce con il codice fiscale definitivo.

Come presentare la domanda di iscrizioni 2018-19

Tutti i genitori che devono iscrivere i propri figli alle prime delle scuole superiori, medie ed elementari, possono iniziare a richiedere il codice utente e password, ossia, le credenziali di accesso al portale iscrizioni del Ministero dell’Istruzione

Per ottenere le suddette credenziali, occorre effettuare la registrazione al portale del MIUR in questo modo:

Accedere al seguente indirizzo: http://www.iscrizioni.istruzione.it, andare su “Registrati”;

Ora occorre inserire il proprio Codice Fiscale e selezionare la casella con scritto “Non sono un robot”;

A questo punto va compilata la scheda con tutti i dati anagrafici e l’indirizzo mail;

Per confermare la registrazione, bisogna attendere l’email di ritorno automatico della registrazione e confermare;

Accedere alle iscrizioni online con le credenziali ricevute all’indirizzo e-mail fornito;

Ricordiamo agli utenti che da quest’anno è possibile utilizzare anche la propria Identità Digitale SPID per accedere alle iscrizioni scuola online.

Per effettuare l’iscrizione online bisogna:

Accedere al portale d’iscrizione MIUR http://www.iscrizioni.istruzione.it;

Selezionare il tasto Accedi al servizio che si trova in alto a destra;

Inserire le proprie credenziali di accesso al portale Miur, ottenute seguendo l’iter descritto sopra, usando SPID o le Credenziali Polis, solo se si è docenti.

Selezionare il tasto: “Presenta una nuova domanda di iscrizione”;

Inserire il Codice identificativo della Scuola di interesse;

Procedere con la compilare dei moduli di iscrizione;

Spingere il tasto Invia la domanda;

Ricordarsi di conservare la ricevuta dell’invio dei moduli;

Attendere l’esito della domanda, verificando lo status della domanda su Visualizza Situazione Domande o dalle email che si ricevono al proprio indirizzo di posta elettronica.

Preparazione concorso ordinario inglese