Home Archivio storico 1998-2013 Indicazioni nazionali Iscrizioni on line, il Miur ha vinto la scommessa

Iscrizioni on line, il Miur ha vinto la scommessa

CONDIVIDI
  • Credion
“Proseguono con successo le iscrizioni on-line per le prime classi della scuola primaria, secondaria di I e II grado: la procedura, una novità assoluta per il mondo della scuola che coinvolge circa 1,7 milioni di studenti, è iniziata il 21 gennaio e si concluderà il 28 febbraio”. A comunicarlo è il stato il ministero dell’Istruzione attraverso una nota pubblicata il 13 febbraio.
“Dopo il boom di accessi al sito internet del Ministero, registrato nelle prime ore dal lancio del meccanismo di iscrizione telematica, l’invio delle domande si è fatto più regolare e – prosegue il Miur – ha consentito, progressivamente, l’acquisizione di un numero sempre maggiore di iscrizioni. Con ogni probabilità sarà raggiunta nella tarda serata di oggi la quota di 1 milione di iscrizioni inviate”.
Considerando che mancano ancora due settimane al termine delle iscrizioni, i calcoli ottimistici preventivati dal ministero dell’Istruzione appaiono fondati: se si confermerà la media, infatti, tra le 40mila e le 50mila iscrizioni al giorno, si dovrebbe infatti andare davvero vicino alla totalità delle iscrizioni alle prime classi di ogni ordine e grado.
Sembrerebbe superato, quindi, il timore per la mancata informatizzazione di una famiglia italiana su tre: l’accesso alla procedura attraverso qualsiasi postazione e, soprattutto, l’assistenza pratica che le segreterie didattiche hanno fornito sono state evidentemente decise per ovviare ai limiti conoscitivi di una parte non troppo ridotta di potenziali mancati fruitori del servizio obbligatoriamente di tipo telematico.
Della “scommessa” sulle iscrizioni on line, con i suoi esiti fino ad oggi decisamente positivi, se si eccettuano i problemi di connessione delle prime quarantottore, ne parlerà direttamente il ministro Francesco Profumo, all’interno della sala Comunicazione del Miur, nella tarda mattinata del 14 febbraio: il Ministro farà il punto sulla procedura, illustrando numeri raggiunti, statistiche e curiosità, e si collegherà in diretta con l’unità operativa del Miur al lavoro sulle prime iscrizioni on line nella storia della scuola pubblica italiana.
Anche se per altre “partite”, come i Tfa speciali e le classi di concorso, il destino rimane ancora incerto, per Profumo quella sulle iscrizioni on line si è dimostrata un’occasione davvero ghiotta per lasciare il Miur da vincente.