Home Archivio storico 1998-2013 Generico Iscrizioni terza fase: chiarimenti

Iscrizioni terza fase: chiarimenti

CONDIVIDI
  • Credion
Facendo seguito alla nota prot. n. 487 del 22 febbraio 2013, con la quale il Miur ha illustrato la terza fase del processo relativo alle iscrizioni alle classi prime delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado – a.s. 2013/2014, il Ministero ha emanato la nota prot. n. 547 del 4 marzo 2013, contenente alcuni importanti chiarimenti.
In relazione alla mancata indicazione del codice meccanografico della scuola di partenza (ovvero di attuale frequenza) nella domanda di iscrizione on line (è il caso ad esempio di alunno proveniente da uno Stato estero), il Miur precisa che se il codice corretto è quello indicato dalla famiglia al momento dell’iscrizione, la scuola di provenienza deve provvedere alla correzione del codice fiscale sbagliato presente al SIDI. Se è la domanda di iscrizione, invece, a contenere il codice fiscale errato, la procedura corretta consiste nell’annullare la domanda e reinserirla con il codice fiscale esatto.
Per quanto riguarda poi il download dei dati, saranno previsti 3 flussi per l’allineamento delle informazioni inserite nelle domande di iscrizione. Ognuno dei flussi produce un file .zip che contiene un numero variabile di dati a seconda dell’ordine della scuola che ha effettuato la richiesta.
Un’altra situazione che potrebbe verificarsi è la mancata segnatura della disabilità al momento dell’iscrizione. A tale proposito, è impossibile inserire la specifica nella fase di verifica dello stato delle domande. Solo successivamente, dopo lo scarico delle informazioni verso i pacchetti locali, le scuole potranno inserire il dato mancante.