Home Personale Maturità 2019, docente di Matematica allontanato: stava risolvendo la prova alla cattedra,...

Maturità 2019, docente di Matematica allontanato: stava risolvendo la prova alla cattedra, indagato per concussione

CONDIVIDI

Un docente di Matematica, commissario interno alla maturità di un istituto aeronautico di Bergamo, è stato sollevato dall’incarico: su di lui pesa l’ipotesi di concussione, si parla di 500 euro, e il sospetto che stesse svolgendo il compito assieme ai suoi studenti.

La vicenda è stata ricostruita dal settimanale Bergamopost, dopo che la Procura di Bergamo ha aperto un fascicolo nei confronti del prof.

La lettera anonima

Tutto è nato da una lettera anonima ricevuta dall’Ufficio scolastico provinciale poche ore prima delle prove di matematica del 20 giugno scorso.

ICOTEA_19_dentro articolo

La missiva spiegava che, se gli ispettori del ministero si fossero presentati all’Istituto avrebbero trovato un docente di matematica, commissario interno, a svolgere il compito in aula, proprio durante la prova degli studenti. Cosa puntualmente avvenuta. La prova è stata interrotta, il professore allontanato e sostituito con un altro docente della disciplina.

L’apertura dell’inchiesta

Ma la lettera fa riferimento anche a un altro aspetto: si parla infatti di 500 euro in contanti quale “sostegno per il lavoro dei commissari interni”.

Si tratta di un’accusa pesante, per quanto anonima, che unita all’altra curiosa circostanza del professore effettivamente seduto alla cattedra a svolgere il compito, ha portato la Guardia di finanza e la Procura verso l’apertura di un’inchiesta con l’ipotesi di concussione.

Indagato il dirigente scolastico

Ad oggi, l’unico indagato è il docente. Il dirigente scolastico dell’istituto bergamasco ha detto che non c’è “nulla di vero in tutte queste pseudo accuse”.

“Volevo solo portarmi avanti con il lavoro di correzione del compito di matematica, che ci sarebbe stato il giorno dopo: mai sentito parlare di 500 euro in contanti” ha dichiarato invece l’insegnante sospeso dall’incarico di commissario.

Ora, spetterà ai militari e al procuratore chiarire i contorni della vicenda.