Home Alunni Maturità 2019, i quadri di riferimento e le griglie di valutazione nazionali

Maturità 2019, i quadri di riferimento e le griglie di valutazione nazionali

CONDIVIDI

Il Ministero dell’Istruzione ha reso note le materie della seconda prova per quanto riguarda l’esame di maturità 2019. Abbiamo riportato le varie novità in merito al nuovo esame di Stato 2018, da quelle che riguardano le prove scritte a quelle della prova orale.

Un altro aspetto da ricordare è quello relativo alla valutazione delle prove, che da quest’anno seguiranno un unico criterio, grazie a delle griglie di valutazione nazionali ed i quadri di riferimento messi a disposizione dal Ministero dell’Istruzione.

I quadri di riferimento del Miur e le griglie nazionali

Per quanto riguarda i quadri di riferimento, questi vanno a descrivere caratteristiche e obiettivi in base ai quali saranno costruiti sia il primo scritto di italiano, che la seconda prova, diversa per ciascun indirizzo di studi. E sono il frutto del lavoro di esperti delle varie discipline che hanno contribuito alla loro stesura.

ICOTEA_19_dentro articolo

Per docenti e studenti sarà dunque possibile cominciare a esercitarsi con specifiche simulazioni.

Per la prima volta vengono rese disponibili apposite griglie nazionali di valutazione, che consentiranno alle commissioni di garantire una maggiore equità e più omogeneità nella correzione degli scritti. Il tutto all’insegna della trasparenza nella valutazione.

Per la prima prova scritta, sono stati definiti indicatori generali che si riferiscono a tutte le tipologie testuali e indicatori specifici di cui tener conto nell’attribuzione del punteggio per le diverse tipologie.

Invece, per quanto concerne la seconda prova scritta, le griglie si riferiscono alla valutazione complessiva dell’elaborato senza distinzione tra le diverse parti che possano caratterizzare la struttura e la tipologia della prova.

Ecco i quadri di riferimento

Le materie della seconda prova

La seconda prova cambia in base all’indirizzo di studi: al liceo classico sono previsti, Latino e Greco. Matematica e Fisica allo Scientifico. Ma non solo: Scienze umane e Diritto ed Economia politica per il Liceo delle Scienze umane – opzione economico sociale, Discipline turistiche e aziendali e Inglese per l’Istituto tecnico per il turismo, Informatica e Sistemi e reti per l’Istituto tecnico indirizzo informatica, Scienze degli alimenti e Laboratorio di servizi enogastronomici per l’Istituto professionale per i servizi di enogastronomia. Questi alcuni esempi.

Ecco tutte le materie della seconda prova suddivise per indirizzo di studi:

LICEO (clicca qui)

ISTITUTO TECNICO (clicca qui)

ISTITUTO PROFESSIONALE (clicca qui)

CLICCA QUI PER IL MOTORE DI RICERCA DEL MIUR

IL DECRETO

 

Le novità

Tutto sulla maturità (clicca qui)

 

Voti

Il punteggio finale resta in centesimi: il credito scolastico, calcolato sugli ultimi tre anni, arriva fino a 40 punti a cui si aggiungono massimo 60 punti con le 3 prove, massimo 20 per ciascuna.

Il punteggio minimo per superare l’esame resta 60 punti.

La Commissione d’esame può integrare il punteggio, fino ad un massimo di 5 punti, se il candidato parte da un credito scolastico di almeno 30 punti e da un risultato delle prove di esame di almeno 50 punti.

LEGGI ANCHE

Maturità 2019, il nuovo esame spaventa i ragazzi: “Si può comprare il diploma con il bonus?”
Maturità 2019, scopri la seconda prova che ci sarà nella tua scuola
Maturità 2019, da febbraio al via le simulazioni delle prove scritte
Maturità 2019, latino e greco per la seconda prova del liceo classico
Maturità 2019, così cambia l’orale. Tutte le info
Maturità 2019, matematica e fisica per la seconda prova del liceo scientifico
Maturità 2019, il credito scolastico va indicato già a fine quadrimestre
Maturità, tutte le novità con la guida della Tecnica della Scuola [VIDEO]