Home Personale Maturità 2020, la mancanza dell’elaborato non pregiudica l’esame

Maturità 2020, la mancanza dell’elaborato non pregiudica l’esame

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Per chiarire alcuni aspetti concernenti l’OM 10/2020 sugli esami di Stato nel secondo ciclo di istruzione, il Ministero ha pubblicato la nota 8464 del 28 maggio 2020. 

Elaborato via mail, non pec

Per quanto riguarda l’elaborato, l’argomento è assegnato dal consiglio di classe su indicazione dei docenti delle discipline di indirizzo; si provvede a comunicarlo al candidato, entro il 1° giugno, con modalità tali da garantire la certezza della data di spedizione (ad esempio tramite il registro elettronico o l’indirizzo di posta elettronica istituzionale della scuola).

La trasmissione dell’elaborato da parte del candidato ai docenti delle discipline d’indirizzo per posta elettronica deve includere in copia anche l’indirizzo di posta elettronica istituzionale della scuola o di altra casella mail dedicata.

ICOTEA_19_dentro articolo

Non è necessario né opportuno richiedere l’invio tramite PEC.

Verbalizzazione

L’elenco degli argomenti assegnati ai singoli alunni deve essere verbalizzato dal consiglio di classe, e copia del verbale viene fornita al Presidente di commissione, ovvero è ricompreso nel Documento del Consiglio di classe, laddove tale inserimento non comporti la riconoscibilità di situazioni di disabilità grave.

Se il candidato non trasmette l’elaborato, l’orale si fa comunque

Nell’eventualità in cui il candidato non provveda alla trasmissione dell’elaborato, la discussione si svolgerà comunque in relazione all’argomento assegnato, e della mancata trasmissione si terrà conto in sede di valutazione della prova d’esame.

Assegnazione del materiale per il colloquio

La nota fornisce anche chiarimenti in merito alla previsione di cui all’art. 16, comma 3 della O.M.: “La sottocommissione provvede alla predisposizione dei materiali di cui all’articolo 17 comma 1, lettera c) prima di ogni giornata di colloquio, per i relativi candidati”.

L’assegnazione del materiale ai singoli candidati – precisa il Ministero – sarà effettuata il giorno stesso in cui si svolgono i colloqui, prima del loro inizio. 

Licei linguistici, sezioni EsaBac e EsaBac Techno e opzioni internazionali

Gli indicatori della Griglia di valutazione della prova orale (allegato B all’OM) vanno applicati per l’accertamento delle competenze linguistico-comunicative e delle conoscenze e competenze specifiche di licei linguistici, sezioni EsaBac e EsaBac Techno e opzioni internazionali; in particolare, nell’ambito della valutazione generale del colloquio, si terrà conto delle specifiche prove orali, mentre, ai soli fini del Baccalauréat, le commissioni possono utilizzare proprie griglie in ventesimi.

I commissari “fragili” parteciperanno in videoconferenza

Infine, il Ministero precisa che per l’individuazione dei lavoratori cosiddetti “fragili”, il dirigente scolastico si baserà sulle documentazioni mediche prodotte dagli interessati.

Il dirigente comunicherà l’elenco dei suddetti lavoratori al presidente di commissione per l’adozione delle misure previste, vale a dire partecipazione degli interessati in videoconferenza o altra modalità telematica sincrona.

TUTTO SULLA MATURITA’

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese