Home Personale Maturità 2020, tutte le deliberazioni della Commissione devono essere motivate e verbalizzate

Maturità 2020, tutte le deliberazioni della Commissione devono essere motivate e verbalizzate

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Il presidente esterno della commissione d’esame deve scegliere un commissario quale segretario di ciascuna sottocommissione, il quale ha, in particolare, compiti di verbalizzazione dei lavori collegiali.

In particolare, il verbale della riunione plenaria congiunta delle due sottocommissioni dovrà essere riportato nella verbalizzazione di entrambe le sottocommissioni abbinate.

Per quanto possibile, nella compilazione dei verbali la sottocommissione dovrà utilizzare l’applicativo “Commissione web”, salvo motivata impossibilità.

ICOTEA_19_dentro articolo

Secondo quanto riportato nell’art. 22 della O.M. n. 10 del 16 maggio 2020, la sottocommissione verbalizza le attività che caratterizzano lo svolgimento dell’esame, nonché l’andamento e le risultanze delle operazioni di esame riferite a ciascun candidato.

La verbalizzazione descrive dunque le attività della sottocommissione in maniera sintetica e fedele, chiarendo le ragioni per le quali si perviene a determinate decisioni, in modo che il lavoro di ciascuna commissione risulti trasparente in tutte le sue fasi e che le deliberazioni adottate siano congruamente motivate.

Nell’ambito della verbalizzazione di cui all’articolo 22 deve essere inoltre riportato l’eventuale svolgimento di una o più riunioni o esami in modalità telematica.

Ad ogni modo, è da tenere presente che tutte le deliberazioni sono debitamente motivate e verbalizzate.

Anche per i candidati esterni l’attribuzione del credito scolastico, attribuito dal consiglio di classe davanti al quale sostengono l’esame preliminare, deve essere deliberata, motivata e verbalizzata. 

La firma sui verbali per le riunioni a distanza

Segnalo infine la nota 8464 del 28 maggio 2020 , con la quale il M.I ha fornito chiarimenti sulle ordinanze relative a valutazione ed esami, chiarendo anche come dovranno essere apposte le firme sui verbali, nel caso di riunioni realizzate con modalità a distanza.

Per tutte le operazioni connesse alla valutazione finale e agli esami, relativamente alla firma degli atti nel caso di effettuazione delle attività e delle riunioni con modalità a distanza, il Ministero  raccomanda di utilizzare procedure che consentano di acquisire e conservare traccia della presenza e del consenso dei docenti eventualmente connessi, tramite registrazione della fase di approvazione delle delibere (utilizzando la condivisione dello schermo e l’acquisizione del consenso espresso dei docenti con chiamata nominale).

In ogni caso il dirigente scolastico o il presidente di commissione potrà procedere, a seconda dei casi, a firmare (con firma elettronica o con firma autografa) a nome del consiglio di classe, della sottocommissione, della commissione e/o dei docenti connessi in remoto.

TUTTO SULLA MATURITA’

Preparazione concorso ordinario inglese