Home I lettori ci scrivono Niente paura…

Niente paura…

CONDIVIDI

Niente paura, niente paura 
Niente paura, ci pensa la vita mi han detto così… 
Niente paura, niente paura 
niente paura, si vede la luna perfino da qui….

Lo riconoscete? E’, per chi non lo sapesse il ritornello della mia colonna sonora di questa estate …bella vero? Ma se in più la collegate al senso di angoscia profonda in cui sono caduta , non c’è molto da gioire. Sono andata a dormire alle 2.30 , cercando di fare pian pianino per non svegliare mio marito, il quale non ne può più di una moglie scollegata dalla realtà , ma sempre e solo collegata con il web. Probabilmente si sente tradito, dopo una vita passata insieme non mi riconosce più, mi ha perfino regalato un cavalletto professionale: amo la pittura e vorrebbe in qualche modo farmi distrarre ..non sa che come ispirazione principale ho in testa solo l’urlo di Munch! No , non è il momento di esternare le emozioni,magari mi verrebbe una brutta copia e sinceramente quella parete vuota che aspetta, merita di più.

Icotea

Sono in questo stato da quando è arrivata “La buona scuola”.

Niente paura, niente paura 
Niente paura, ci pensa la vita mi han detto così…  

Ci lavoro da una vita a scuola,  sono invecchiata dietro a nomine da firmare , prese di servizio da compilare, aggiornamenti di punteggio da inviare,postacertificata da aprire e controllare,domande di disoccupazione da trasmettere, insomma tutte quelle incombenze che ogni docente precario storico conosce e deve saper fare, fanno insomma parte del “pacchetto”.

Ma quella domanda NO, non voglio compilarla, non posso compilarla!

Chi fa le leggi dovrebbe perlomeno evitare errori grossolani, vi spiego:

io sono precaria in GAE infanzia per la quale graduatoria ho il punteggio più alto visto che è proprio lì che aggiorno il mio sudato punteggio, ma sono presente anche nelle GAE primaria , solo per riconferma , diciamo così , visto che la legge mi consente l’aggiornamento solo con una classe di concorso.

Ora, i nostri legislatori, in un momento di grande esaltazione legislativa hanno deciso che 

1) La Scuola dell’Infanzia è esclusa dal piano straordinario di assunzioni.

2) La Scuola dell’Infanzia deve partecipare alla fase B, con assenza di posti (?)

3) La Scuola Primaria partecipa alla fase B e C piano straordinario di assunzioni nazionali.

4) La Scuola Primaria nella fase C contempla le assunzioni per l’organico di potenziamento, quindi avrà un più alto numero di personale assunto.

5) Se per caso sei presente in entrambe le GAE devi pagare la tua colpa e siccome non ti possono frustrare virtualmente ti inseriscono nella Nona Bolgia del girone dell’Inferno Dantesco, ovvero tra i seminatori di discordia.

Per punizione loro hanno scelto di legare a doppio nodo le due domande pur non avendo dato uguali opportunità ad entrambe.

6) Nel caso di rinuncia verrai depennato da entrambe le GAE …a vita .

Niente paura, niente paura 
Niente paura, ci pensa la vita mi han detto così…

Ora, vorrei conoscere la logica con la quale chi ha deciso di sconvolgere la mia vita , mette nero su bianco queste regole legislative.

Pur essendo in posizione sfavorevole in GAE primaria ,io docente precaria , otterrò il ruolo !! ( evvaii! ) Magari finirò in un paesino delle Alpi  con tutti i costi  da prevedere .Per carità ,sarà anche delizioso e accogliente ma il terrore è che fungerò da passepartout e dovrò reinventarmi la materia alla faccia dei miei aggiornamenti su Infanzia e della passione che nutro verso i bambini di questa fascia d’età.

Per logica di ultima ruota del carro basterebbe :

1) aver introdotto, per  rendermi la vita meno difficile la non depennazione da entrambe le GAE ,visto che mi state facendo una proposta  piena di poca chiarezza tecnica e trasparenza delle regole .

2) avermi dato l’opzione di scelta se fare la domanda su una o l’altra classe di concorso.

3) aver chiarito una volta per tutte se la Graduatoria Nazionale sarà un canale privilegiato per le assunzioni future visto che in essa concettualmente (?) vi saranno iscritti quelli che il ruolo lo vogliono davvero, a tutti i costi, costi quel che costi in affitti e spese di trasferimento e in brutale allontanamento degli affetti,ma ditemi ,chi non lo vuole il ruolo?

Non si spiegherebbe altrimenti la farsa della fase B (posti 0 ! ) :

perché non ci avete lasciato stare nell’abbandono totale delle nostre graduatorie, come avete fatto  non riconoscendo diritti acquisiti di noi precarie infanzia e paventando per un piano 0-6 ,che ricorda di più  la partita più lunga di sempre tra Isner e Mahut ,a Wimbledon…io davvero  non mi do altre spiegazioni.Invece ce lo state imponendo ,come  un regalino dato a un bambino perché è stato bravo a scuola, la delusione è che forse nel pacchetto non ci sarà nulla oppure a sorpresa per le più coraggiose ci sarà un piano C!

Sarebbe bastato davvero poco, ma voi mi avete imposto queste regole ed io da sempre rispetto le regole anche le più ingiuste .

Ma questa  volta no!Questa volta voglio andare contro corrente, e che non mi si dica che sono un’irresponsabile che rifiuta un posto di lavoro, non permettetevi mai , sia ben chiaro questo!

Voglio fare la mia scelta senza paura.

Quello che farete di me, lo deciderete voi nei vostri lindi e profumati uffici,magari calcolatrice alla mano, ma non posso rinunciare alla mia dignità , non posso permettermi a 54 anni di mettere in un cantuccio gli affetti e barattarli con un posto di lavoro che non soddisferebbe la mia brama di essere docente con gli attributi!

Perderete una buona docente da stabilizzare,sappiatelo, per colpa dei vostri metodi sbagliati e privi di chiarezza che mi portano per forza di cose a fare questa scelta! Pensateci.

Niente paura, niente paura 

Niente paura, ci pensa la vita mi han detto così.