Obbligo vaccinale per il personale scolastico: le domande più frequenti

CONDIVIDI
  • Credion

Eccoci all’appuntamento settimanale con la rubrica “A domanda risponde” curata dal prof. Lucio Ficara, esperto di normativa scolastica. Una serie di risposte alle domande poste dai lettori sulla questione dell’obbligo vaccinale per il personale scolastico.

DOMANDA n. 1

Icotea

Sono una assistente educativa che lavora in un Liceo per assistere un alunno disabile grave, per continuare il mio lavoro mi dovrò vaccinare obbligatoriamente dal 15 dicembre?

RISPOSTA

Come si evince dall’articolo 2 del dl n.172 del 26 novembre 2021 non esiste obbligo vaccinale per il personale esterno che interviene a scuola, come per esempio il personale che è impegnato a supporto dell’inclusione scolastica.

DOMANDA n. 2

Sono una docente che ha già fatto il ciclo del vaccino primario anti covid e la certificazione verde non è scaduta, devo fare immediatamente la terza dose obbligatoria?

RISPOSTA

La somministrazione della dose di richiamo, ovvero la terza dose, deve essere effettuata “entro i termini di validità delle certificazioni verdi COVID-19”. L’intervallo temporale minimo fra il completamento del ciclo vaccinale primario e quella booster è ora di cinque mesi (150 giorni).

DOMANDA n. 3

Le attività teatrali che si dovessero svolgere con la presenza degli studenti prevedono l’obbligo vaccinale sia per insegnanti che per alunni?

RISPOSTA

L’art. 8-ter, decreto-legge 21 settembre 2021, n. 127, inserito dalla legge di conversione 19 novembre 2021, n. 165, dispone che “Per lo svolgimento delle attività teatrali in ambito didattico per gli studenti, comprese le rappresentazioni in orario curricolare, con riferimento all’impiego delle certificazioni verdi COVID-19, si applicano le disposizioni relative allo svolgimento delle attività didattiche”. Ovvero, anche per lo svolgimento di attività teatrali come per tutte le attività scolastiche, gli studenti non sono tenuti al possesso della certificazione verde COVID-19.