Home Archivio storico 1998-2013 Generico Pensioni dipendenti pubblici: coefficienti di trasformazione e nuovi minimali e massimali contributivi

Pensioni dipendenti pubblici: coefficienti di trasformazione e nuovi minimali e massimali contributivi

CONDIVIDI
  • Credion

L’indice dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai ed impiegati, accertato dall’Istat per l’anno 2010, è pari al 0,7%; sulla base del nuovo indice sono stati aggiornati il minimale contributivo che, per quest’anno, è pari ad Euro 9.588,03, mentre il massimale annuo della base contributiva e pensionabile, per i nuovi iscritti dal 1° gennaio 1996, a forme pensionistiche obbligatorie e per coloro che optano per la pensione con il sistema contributivo, è pari, sempre per l’anno 2010, ad Euro 92.147,03.

La nota riporta anche l’ammontare del tetto retributivo, oltre il quale è prevista, l’aliquota aggiuntiva dell’1% a carico dell’iscritto, che per quest’anno è pari ad Euro 42.364,00.
Infine, l’Istituto pensionistico precisa che, per gli effetti della rivalutazione ISTAT, la retribuzione annua concedibile riferita al congedo straordinario di cui all’art. 42, comma 5, del Decreto Legislativo 26 marzo 2001, n.151, non può eccedere, per l’anno 2010, l’importo di Euro 43.579,05.
Sempre in materia pensionistica l’Inpdap ha diffuso, con la nota operativa n. 9 del 22 febbraio, i nuovi coefficienti di trasformazione per la determinazione dell’importo della pensione secondo il sistema contributivo. Tutte le pensioni o quote di pensione determinate secondo il sistema di calcolo contributivo, aventi decorrenza dal 1° gennaio 2010, sono liquidate in base ai seguenti nuovi coefficienti di trasformazione ripartiti in base all’età anagrafica posseduta dall’iscritto:
 
Divisori
Età
Valori
22,627
57
4.419%
22,035
58
4,538%
21.441
59
4,664%
20,843
60
4.798%
20,241
61
4,940%
19,635
62
5,093%
19,024
63
5,257%
18.409
64
5.432%
17.792
65
5,620%
tasso di sconto =1,5%