Home Attualità Per migliorare la scuola italiana arrivano ricette anche dallo spazio

Per migliorare la scuola italiana arrivano ricette anche dallo spazio

CONDIVIDI

Durante il collegamento organizzato dall’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), in collaborazione con Esa e Aeronautica Militare, l’astronauta ha detto:
“Credo che bisognerebbe incrementare l’attenzione verso le materie scientifiche, matematiche e tecnologiche, rendere più efficiente l’insegnamento dell’inglese e favorire gli scambi internazionali con esperienze di vita all’estero già durante la scuola”. Si ricorda che la prima missione cui Cristoforetti prende parte, della durata di circa 6-7 mesi, è denominata ISS Expedition 42/43 Futura e il 22 novembre 2014, ha previsto il raggiungimento della Stazione Spaziale Internazionale a bordo di un veicolo Sojuz; si tratta della prima missione di una donna italiana nello spazio, e del settimo astronauta italiano, preceduta sulla ISS da Umberto Guidoni, Paolo Nespoli, Roberto Vittori e Luca Parmitano.

Nel programma della missione vi sono esperimenti sulla fisiologia umana, analisi biologiche e la stampa 3D in assenza di peso in modo da sperimentare anche la possibilità di stampare pezzi di ricambio per la stazione stessa senza dover dipendere dagli invii da terra.

Icotea