Home Personale Personale ATA, buone notizie per immissione in ruolo, supplenze e posizioni economiche

Personale ATA, buone notizie per immissione in ruolo, supplenze e posizioni economiche

CONDIVIDI
  • Credion

Dall’incontro fra Miur e sindacati avvenuto in giornata, emergono novità positive per il personale ATA.

Come si legge sul sito della Flc Cgil, pare non vi siano ostacoli per lo sblocco delle immissioni in ruolo del personale collaboratore scolastico, assistente amministrativo e tecnico, finora bloccate dal transito del personale delle soppresse province nelle varie amministrazioni dello Stato. Pertanto le immissioni in ruolo si faranno in agosto con decorrenza settembre 2016. Lo stesso sindacato ha chiesto che per chi doveva essere immesso in ruolo già dal settembre 2015 la decorrenza giuridica parta proprio da quella data.

Icotea

Riguardo alla proroga dei contratti di supplenza oltre il 30 giugno sui posti liberi in organico di diritto, l’Amministrazione sarebbe nelle condizioni di assicurare la proroga da subito fino al 31 luglio, ma in realtà conta di attivare le proroghe fino al 31 agosto, una volta che siano state superati alcuni ostacoli amministrativi presso il Dipartimento della Funzione pubblica. Contestualmente verrà data l’indicazione agli Uffici Scolastici Regionali di autorizzare le proroghe, su richiesta dei dirigenti scolastici, sui posti liberi nell’organico di fatto.

Nell’incontro si è parlato anche di organici: a tale proposito, l’Amministrazione sta approntando il provvedimento per le tabelle organiche, che per collaboratori scolastici e assistenti amministrativi avranno una proiezione triennale a partire dall’anno scolastico 2016/2017 con la previsione di una revisione annuale. Più difficile fare previsioni per i DSGA legati al dimensionamento delle scuole e per gli assistenti tecnici legati anche alle decisioni delle Istituzioni scolastiche. Il prossimo incontro sugli organici è previsto per i primi di giugno.

Infine, ma non meno importante, la questione delle posizioni economiche ATA: il Miur ha informato i Sindacati che si è conclusa positivamente la rilevazione delle posizioni economiche che finora erano state prestate dal personale ATA ma non pagate dall’Amministrazione. Circa 2.000 prime posizioni e 340 seconde posizioni ora sono state trasmesse e accettate dal MEF. Pare così concludersi un’annosa questione, sperando che ulteriori ostacoli burocratici non impediscano l’erogazione di quanto dovuto.