Home Archivio storico 1998-2013 Personale Personale Ata, siglato accordo sulle posizioni economiche

Personale Ata, siglato accordo sulle posizioni economiche

CONDIVIDI

di Maria Teresa Nesi

Rispetto al passato trattasi di Accordo innovativo in quanto definisce, a carattere permanente, i criteri, le procedure e le modalità di attribuzione delle posizioni economiche: esso  indica in via definitiva le cadenze temporali a regime con una precisa calendarizzazione per l’attribuzione delle posizione economiche (prima posizione per profili professionali A e B,  seconda solo per profilo B) a partire dall’a.s. 2012/2013, per consentire agli Uffici Scolastici Regionali di individuare le graduatorie esaurite o in via di esaurimento (in caso di mancanza di aspiranti a seguito di pensionamenti, surroghi), ed avviare le procedure per le nuove graduatorie. Prevista una fase transitoria per l’anno scolastico 2011/2012.

Così come sintetizzato da Cisl-Scuola e Uil-Scuola “Al fine di rendere più immediate le iniziative di formazione, necessarie per accedere alle posizioni economiche, è stata integrata l’Intesa stipulata il 20/07/2004 tra il Miur e le OO.SS. del personale della scuola, con i corsi di Qualificazione Superiore Avanzata che, pur essendo iniziativa formativa autonoma, costituiscono credito formativo per la stessa formazione necessaria per l’acquisizione delle posizioni economiche e si aggiungono, senza sovrapporsi, alle iniziative già programmate”, ovvero  ai percorsi formativi “tradizionali” costituiti da iniziative in presenza organizzate dagli Usr, affiancate da formazione on-line su piattaforma Ansas.
Il Miur, insieme alle rappresentanze sindacali di Flc-Cgil, Cisl-Scuola, Uil-Scuola, Snals-Confsal, e Gilda-Unams firmatarie dei contratti collettivi nazionali di lavoro del Comparto Scuola, hanno concordato di integrare l’art. 3 dell’ Intesa 20/07/2004  con i commi 4, 5 e 6, aggiuntivi all’art. 3.

“In particolare – ha specificato la Flc-Cgil – al comma 4 si è previsto di predisporre iniziative di formazione oltre i limiti del 105% previsti dal Ccnl/2007 e dalla successiva sequenza contrattuale per le posizioni economiche”.

ICOTEA_19_dentro articolo
CONDIVIDI