Home Archivio storico 1998-2013 Generico Premio “Mario Tchou” per giovani talenti del digitale

Premio “Mario Tchou” per giovani talenti del digitale

CONDIVIDI
  • Credion
Incoraggiare i giovani talenti del digitale italiani promuovendo una serie di premi e iniziative dedicate a laureti e studenti, questo l’obiettivo di Aica nel proclamare il premio di laurea “Mario Tchou”. La convinzione è quella che l’Italia abbia bisogno di cambiare l’orientamento culturale generale non sempre attento al riconoscimento del valore del merito e delle eccellenze.
L’Italia ha dato i natali a persone che hanno gettato le basi scientifiche e tecnologiche della società digitale: da Caianiello a Tchou, da Faggin a Chiariglione. Non ce ne ricordiamo e soprattutto non dimostriamo ai nostri giovani di credere che fra di loro si nascondano talenti altrettanto brillanti e non li sosteniamo concretamente” – spiega Giulio Occhini, direttore di Aica – “vorremmo che le nostre iniziative fossero un tassello di una strategia generale, fatta di investimenti sull’eccellenza e sul merito, capace di mettere in luce agli occhi di tutti il talento dei nostri giovani, dando loro opportunità concrete e creando le condizioni affinché l’Italia imbocchi con decisione la strada della innovazione tecnologica, della formazione scientifica, della ricerca come armi per affrontare il futuro”.
Il premio, riservato a tesi di laurea o di dottorato dedicate al tema dell’Ict come motore dello sviluppo economico, è dedicato a Mario Tchou, grande pioniere dell’industria informatica italiana che guidò il gruppo di ricercatori della Olivetti realizzando, alla fine degli anni ’50, la Elea 9003, il primo elaboratore al mondo totalmente a transistor.
A concorso una borsa di studio da 3000 euro per un giovane innovatore, dedicata a tutti i laureati di università italiane che abbiano presentato tesi sul tema nel periodo 1 maggio 2012 – 30 aprile 2013, con un punteggio non inferiore a 106/110 o 96/100.
Accanto al premio Mario Tchou, i premi di laurea per le migliori tesi di area Ict, promosse da Aica in collaborazione con il Cini, Consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica, e il Cnit, Consorzio nazionale interuniversitario per le telecomunicazioni, con il patrocinio della Fondazione Crui. Tre premi da 3.000 euro ciascuno, dedicati a laureati delle università italiane che abbiano svolto tesi su argomenti concernenti l’area tecnico-scientifica del settore ICT, nel periodo tra il 1-maggio 2012 e il 30 aprile 2013.
Per concorrere è necessario presentare la domanda per via telematica entro il 31 maggio prossimo. Modalità di partecipazione sono reperibili sul sito di Aica.