Home Personale Sinopoli (FLC CGIL): “Organizzazione del lavoro deve essere regolata dal CCNL scuola”

Sinopoli (FLC CGIL): “Organizzazione del lavoro deve essere regolata dal CCNL scuola”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

L’obiettivo concreto che la Flc Cgil vuole ottenere in questo rinnovo del contratto scuola, è quello di  riportare nella regolamentazione del contratto tutto ciò che riguarda l’organizzazione del lavoro.

Infatti il Segretario generale Sinopoli ha ribadito che quello che la FLC CGIL vuole è un “buon contratto” e lo vuole tenendo conto delle specificità del comparto istruzione che ne fanno un unicum all’interno del mondo del pubblico impiego.

Ovviamente per prima cosa, ricorda Sinopoli, la questione salariale è primaria. Occorre rispettare l’Accordo del 30 novembre 2016 e garantire a tutti i settori del comparto gli 85 euro medi di aumento concordati. Si rende poi necessario riportare a contrattazione tutte quelle risorse che la legge ha impropriamente regolato creando non pochi problemi di gestibilità e di sperequazione fra i lavoratori: bonus, card docenti, premi scientifici. Risorse queste da finalizzare prioritariamente all’incremento dei salari tabellari.

ICOTEA_19_dentro articolo

L’impegno dell’ARAN, chiarisce il Segretario Generale della Flc Cgil, è quello di costruire nei prossimi giorni un’impalcatura e un calendario che sorregga tutto questo lavoro in modo da sottoporla alle organizzazioni sindacali. Il presidente dell’ARAN Dott. Gasparrini ha accolto la centralità dei temi economico-giuridico del nuovo CCNL 2016/2018, ed ha aggiornato il confronto nella mattinata di giovedì 4 gennaio. Per quanto non sia possibile definire un cronoprogramma preciso, l’ARAN prevede di poter presentare una bozza per avviare il lavoro all’inizio della prossima settimana.

In buona sostanza quando verrà superata la fase dell’accordo economico, si dovrebbero aprire di seguito i tavoli tematici del rinnovo contrattuale.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese