Home Personale SPID – Sistema pubblico di identità digitale: a cosa serve e come...

SPID – Sistema pubblico di identità digitale: a cosa serve e come funziona?

CONDIVIDI

Spid, acronimo di Sistema pubblico di identità digitale, è il profilo certificato che permette di accedere con un solo account ai servizi online della Pubblica amministrazione.

Il MEF, sul portale NoiPA, ha pubblicato una scheda, con la quale indica la procedura per iscriversi a SPID e i vantaggi.

Icotea

Ogni utente provvisto di Spid può controllare il suo profilo previdenziale e fiscale, effettuare pagamenti online, iscrivere i propri figli a scuola e anche – per dipendenti della Pubblica Amministrazione – accedere ai servizi di NoiPA.

Il primo passo da compiere per attivare Spid è verificare d’essere in possesso di questi semplici requisiti:

  • essere maggiorenni ed avere un documento di identità valido al momento della registrazione;
  • possedere la tessera sanitaria con il codice fiscale;
  • un indirizzo email;
  • un numero di telefono.

I passi successivi per procedere con la registrazione sono: scegliere uno fra i gestori di identità digitale attualmente accreditati da AgID (Aruba, Infocert, Intesa, Poste, Namirial, Register.it, Sielte, Tim), andare sui loro siti ufficiali e seguire gli step per l’attivazione del profilo.

Gestori delle identità digitali

 

 

Sono sempre di più i servizi a cui Spid permette di accedere in rapidità e sicurezza, al momento oltre 4000 amministrazioni possiedono servizi abilitati SPID, tra i quali:

  • Anagrafe
  • Fatturazione elettronica
  • Finanziamenti
  • Invio e richiesta documenti Richieste e prenotazioni
  • Servizi INAIL
  • Servizi INPS
  • Servizi di Certificazione e Autocertificazione
  • Servizi di pagamento, controllo pagamenti, tasse e tributi

Elenco completo

Per ulteriori informazioni, sono disponibili anche alcune FAQ