Home Personale Stipendio, avviate le operazioni per inserire l’elemento perequativo a febbraio

Stipendio, avviate le operazioni per inserire l’elemento perequativo a febbraio

CONDIVIDI
NoiPA ha fatto sapere che sono state avviate le operazioni necessarie all’inserimento nella rata di febbraio delle somme dovute a partire dal 1° gennaio 2019, relative alla proroga dell’elemento perequativo una tantum di cui all’art. 1, Comma 440, Legge 30 dicembre 2018, n. 145.
Come abbiamo già fatto presente, molti docenti hanno infatti lamentato la mancata perequazione degli stipendi nella busta paga di gennaio, così come previsto dalla legge di bilancio 2019 (cifre comprese fra i 15 e 20 euro).
In proposito, NoiPA ha spiegato che l’approvazione definitiva della norma è intervenuta il 30 dicembre 2018, in un momento successivo rispetto all’emissione della rata di gennaio 2019; pertanto, in assenza di indicazioni normative, non è stato possibile includere l’elemento perequativo nel cedolino della rata di gennaio 2019.
Considerate le operazioni di chiusura dell’anno fiscale e di calcolo dei relativi conguagli, con successiva comunicazione sarà data notizia dell’esito positivo dell’elaborazione.
CONDIVIDI