Home Alunni Studenti a Montecitorio. Renzi: dimenticare è peggio di profanare

Studenti a Montecitorio. Renzi: dimenticare è peggio di profanare

CONDIVIDI
webaccademia 2020

«Fiano racconta con ritmo inesorabile», scrive Renzi, come riporta Il Sole 24 Ore, «la vita normale di un giovane fiorentino, il padre addirittura iscritto al Partito fascista, poi le leggi razziali apprese da un articolo di giornale, la cacciata da scuola, la paura, l’additamento come paria dai vicini di casa, lo sfiorire della dignità dai volti dei genitori, la fuga, l’arresto, la prigionia e infine la deportazione». Auschwitz «fa parte della nostra storia. Una storia che non si può profanare. E dimenticare è la peggiore delle profanazioni».

 

 

ICOTEA_19_dentro articolo

{loadposition eb-clil-1}

 

 

E proprio domani, 27 gennaio, per il “Giorno della Memoria”, a Montecitorio verranno studenti da tutta Italia. A 70 anni dall’apertura dei cancelli di Auschwitz, gli appuntamenti alla Camera inizieranno alle 10 nella Sala Aldo Moro con la consegna delle medaglie d’onore da parte di Pietro Grasso, presidente del Senato nell’esercizio delle funzioni del presidente della Repubblica, a sette cittadini italiani deportati e internati nei lager nazisti. Alla cerimonia saranno presenti la presidente della Camera, Laura Boldrini, e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio.

Alle 10,30 prenderà il via la celebrazione nell’Aula di Montecitorio con centinaia di studenti. Dopo l’intervento iniziale della presidente Boldrini, prenderanno la parola il presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Renzo Gattegna, tre studenti e il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini. L’intervento conclusivo sarà del presidente Grasso. A moderare, la giornalista Maria Concetta Mattei. Nel corso della Celebrazione verrà proiettato un filmato prodotto da Rai Storia con immagini dei campi di concentramento di allora e di oggi, intervallato da racconti dei sopravvissuti. Previsto inoltre un intermezzo musicale della cantante Ute Lemper, accompagnata dalla pianista Vana Gierig, oltre a un intermezzo musicale della violinista Francesca Dego.

Prima dell’intervento conclusivo, in Aula, il presidente Grasso, alla presenza della presidente Boldrini e del ministro Giannini, consegnerà i premi agli Istituti vincitori della XIII edizione del Concorso “I giovani ricordano la Shoah”. Al termine della celebrazione, in Transatlantico, la presidente Boldrini prenderà visione degli elaborati vincitori del concorso. La celebrazione nell’Aula di Montecitorio verrà trasmessa in diretta su Rai3 a cura di Rai Parlamento, sul canale satellitare e sulla webtv della Camera. 

Preparazione concorso ordinario inglese