Home Archivio storico 1998-2013 Generico Telefono Azzurro e Eurispes: gioco d’azzardo, alcol e sexting, i grandi rischi...

Telefono Azzurro e Eurispes: gioco d’azzardo, alcol e sexting, i grandi rischi per i minori

CONDIVIDI
  • Credion

Un bambino su quattro, si legge nel sito della Dire, in Italia è coinvolto dal fenomeno del gioco a soldi. Fra i più piccoli ‘spopola’ il Gratte e vinci. Fra gli adolescenti vincono le scommesse sportive. Il gioco a soldi on line coinvolge il 12% degli adolescenti (il 2,5% gioca spesso). Percentuale che sale al 27% nel caso del gioco non online. Uno su 5 dei giocatori online e’ attratto dalle scommesse sportive che stimolano i ragazzi a giocare più spesso per soldi. Se si somma il dato di chi scommette sullo sport qualche volta o raramente si sfiora il 44,6% dei giocatori off line.
Vita di coppia ‘violenta’ per un terzo degli adolescenti italiani che spesso si rapportano con il partner esercitando o subendo abusi fisici o psicologici.
Il fenomeno della dating violence (la violenza fisica o psicologica all’interno dei rapporti di coppia) è estremamente diffuso soprattutto nella forma del rapportarsi con il proprio ragazzo/ragazza urlando (29,1% dei casi). Segue l’insulto (20,9%). Tra le forme di minaccia, quella subita più spesso è l’essere lasciati dal proprio partner nel caso non si faccia ciò che viene detto (8,7%). Il 5,4% degli adolescenti dichiara che il proprio compagno ha minacciato di picchiarlo.
Il 64% dei 12-18enni beve alcol. Per il 10,6% è una abitudine, il 2,5% che ne fa un uso quotidiano, mentre sceglie qualche volta questo genere di bibite il 50,9%.
Solo il 35,2% dei ragazzi afferma di non essere interessato all’alcol. Il consumo di alcolici sembra avere inizio soprattutto nel periodo delle medie: è così per il 65,7% dei ragazzi più giovani (12-15 anni) e per il 44,1% dei più grandi. Questi ultimi – ben il 46,2% – dichiarano di aver bevuto alcolici la prima volta dopo i 15 anni.
Cresce il fenomeno del sexting (invio di immagini a sfondo sessuale via cellulare/pc): in Italia oltre 1 adolescente su 4 (25,9%) afferma di aver ricevuto sms/mms/video a sfondo sessuale. Il fenomeno ha subito un aumento sorprendente: dal 10,2% del 2011 al 25,9% del 2012. Ad inviare i messaggi sono principalmente amici (38,6%), partner (27,1%) e sconosciuti (22,7%). Il 12,3% degli adolescenti ammette di aver inviato a sua volta sms/mms/video di questo tipo.