Home I lettori ci scrivono Vaccinazione docenti nati nel 1955

Vaccinazione docenti nati nel 1955

CONDIVIDI

Al Presidente della Repubblica

Al Presidente del Consiglio dei Ministri

Icotea

Al Ministro della Salute

Al Ministro dell’Istruzione

Al Presidente della Regione Lazio

All’Ufficio Scolastico Regionale del Lazio

Alla ASL di Frosinone

Ill.me Autorità,

mi chiamo Marcella Paniccia, sono nata il 28/4/1955 – quindi fra poche settimane compirò 66 anni – e insegno in un Liceo di SORA (FR). Con questa mia vorrei

richiamare l’attenzione

sulla situazione di chi, come me, per passione o per altri motivi ha scelto di rimanere in servizio  nella scuola, senza usufruire di uscite anticipate, mettendo però a rischio la propria salute e la propria incolumità: infatti dopo la sospensione della didattica a distanza, noi over 65 dobbiamo lavorare in presenza, senza la copertura del vaccino AstraZeneca (rivolto ai nati dal 1956) e senza la copertura di quelli Moderna o Pfizer (per ora riservati agli ultra 80enni).

Pertanto vi prego di considerare la nostra situazione, valutando fra le seguenti possibilità, oppure procedendo in altro modo:

–  Vaccinarci comunque con AstraZeneca;

–  Vaccinarci anticipatamente con Moderna/Pfizer, dato che siamo ancora attivi nel mondo del lavoro e quindi esposti a maggiori rischi rispetto agli ultra 80enni.

–  Farci svolgere didattica a distanza per tutto il nostro tempo scuola o almeno per la maggior parte di esso.

Ringraziando cordialmente, porgo distinti saluti.

Marcella Paniccia