Home Archivio storico 1998-2013 Generico VII premio “Vito Scalfidi” per le buone pratiche nella scuola

VII premio “Vito Scalfidi” per le buone pratiche nella scuola

CONDIVIDI
  • Credion
Questi i temi scelti per la VII edizione del “Premio delle buone pratiche di educazione alla sicurezza e alla salute”, promosso da Cittadinanzattiva nell’ambito della campagna nazionale “Impararesicuri”. Destinatarie del bando, consultabile sul sito web di Cittadinanzattiva, www.cittadinanzattiva.it – Sezione scuola, tutte le scuole di ogni ordine e grado che si siano distinte nell’anno scolastico in corso e in quello passato per lo sviluppo di progetti inerenti ai temi della sicurezza e della salute.
A valutare le idee e la loro realizzazione sarà una giuria di esperti secondo criteri già stabiliti, quali l’impatto (ovvero il numero di persone coinvolte e per quanto tempo), i cambiamenti prodotti, il tasso di innovazione, il livello di sostenibilità (con quali risorse umane e finanziarie), la riproducibilità in luoghi e situazioni diverse. Per ogni area tematica verrà selezionato un progetto vincitore e altri che riceveranno la menzione speciale.
Per la candidatura c’è tempo fino al 15 marzo. E’ necessario compilare un form, anch’esso sul sito di Cittadinanzattiva.
La premiazione delle scuole meritevoli si terrà a Roma il 23 aprile prossimo, con un evento istituzionale. A patrocinarlol’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Dipartimento della Protezione Civile, in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con il sostegno di Federchimica – Anifa e TNT.
Nelle sue sette edizioni il premio, dedicato dal 2009 a Vito Scalfidi, lo studente morto per il crollo del controsoffitto nel liceo Darwin di Rivoli (TO), ha già visto la partecipazione di 1201 progetti. Nel 2010, inoltre, il Presidente della Repubblica ha insignito il premio di una medaglia.