Home Personale Visite fiscali anti-furbetti, anche più di una al giorno: il Consiglio di...

Visite fiscali anti-furbetti, anche più di una al giorno: il Consiglio di Stato dice sì

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Non ha avuto nulla da eccepire il Consiglio di Stato sulla parte del decreto che prevede una “stretta” sulle visite fiscali, da attuare nei confronti dei lavoratori malati.

Una delle novità, che andranno sotto la gestione del nuovo Polo unico Inps, attivo da inizio mese sia per i lavoratori privati sia pubblici, è la possibilità di adottare più controlli da parte dei medici fiscali per lo stesso episodio di malattia. Arrivando anche a svolgere più visite nella stessa giornata.

ICOTEA_19_dentro articolo

Si tratta di una modalità mai adottata sinora (in passato la prima visita faceva decadere altri controlli sino al termine dei giorni di malattia, confermati o prescritti dallo stesso medico fiscale), introdotto per scoraggiare i dipendenti “furbetti”, che si dichiarano malati a ridosso dei week end e che comunque tendono a sfuggire ai controlli.

 

{loadposition carta-docente}

 

Il Consiglio di Stato, invece, ha espresso alcune perplessità sul fronte della privacy: viaggiando le informazioni, infatti, via web, l’organismo istituzionale ha fatto richiesta di “massima attenzione”: pertanto, si legge nel parere espresso, le comunicazioni in materia dovranno avvenire “per il tramite di specifici canali telematici e con modalità, stabilite dall’Inps, idonee a garantire la riservatezza”.

Ai magistrati non è poi sfuggito il fatto che il decreto non presenta parti relativa all’annunciata “armonizzazione tra i settori pubblico e privato”, relativamente alle ore e fasce di reperibilità. Ad oggi, infatti, c’è un sensibile squilibrio a livello quantitativo orario (9 per gli statali contro 4 di chi opera per il comparto privato) ed il “pericolo” sarebbe stato quello di ridurre il range dei dipendenti pubblici. Una eventualità che ha fatto, così, rimandare tutto.

{loadposition facebook}

Preparazione concorso ordinario inglese