Home Personale A breve la circolare sull’organico potenziato

A breve la circolare sull’organico potenziato

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Nel corso dell’incontro di oggi, 21 settembre, tra Organizzazioni Sindacali del Comparto Scuola e Miur è stata illustrata la bozza di circolare riguardante l’assegnazione alle scuole dell’organico potenziato previsto dal comma 95 della legge 107/15.

La Flc Cgil così riassume i contenuti della circolare:

ICOTEA_19_dentro articolo
  • ogni scuola dovrà individuare le priorità di intervento nell’ambito dei 7 campi previsti se si tratta di scuole secondarie di secondo grado, e dei 6 campi per il primo ciclo, e definire le proposte di fabbisogno per poi inserirle al SIDI dal 10 al 15 ottobre. La richiesta che la scuola presenterà, elaborata e approvata dagli organi collegiali interni, dovrà indicare anche un ordine di preferenza tra tutti i campi con una descrizione “qualitativa” dell’organico potenziato, tenendo presente che il numero di posti che è possibile assegnare sarà di norma di almeno 3 posti per scuola. Anche ai CPIA verranno assegnati almeno 3 posti. Non sono invece previsti posti per il potenziamento nell’infanzia;
  • entro il 22 ottobre gli USR adotteranno il decreto di ripartizione dei posti agli ambiti territoriali (province), suddivisi anche per classe di concorso, compresi quelli per il sostegno e, per la scuola secondaria di II grado, per aree disciplinari;
  • dal 12 al 20 novembre gli ATP, per conto dell’USR, attribuiranno i posti alle singole scuole tenendo conto del numero degli alunni (ad eccezione di quelli dell’infanzia) e di particolari situazioni (presenza di zone montane, piccole isole, bassa densità demografica, forte processo immigratorio, forte dispersione scolastica).

La bozza contiene anche alcune indicazioni specifiche:

  • i docenti individuati per le classi di concorsi del secondo ciclo potranno essere assegnati anche alle scuole del primo ciclo;
  • il personale immesso in ruolo per la scuola primaria potrà essere utilizzato per progetti di continuità che investano l’infanzia;
  • gli ATP assegneranno prioritariamente alle scuole i docenti destinatari di assunzione nelle classi di concorso corrispondenti a quelle per le quali si è già provveduto all’esonero del vicario per poterlo sostituire (revocando di conseguenza la supplenza data “fino all’avente diritto”). Nel caso in cui ciò non sia possibile (per carenza di destinatari di assunzione in quella classe di concorso) il posto viene “decurtato” da quelli spettanti alla scuola per il presente anno scolastico e detratto dal contingente regionale.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese