Home Attualità A Roma il sindaco impone alle scuole paritarie la tassa rifiuti

A Roma il sindaco impone alle scuole paritarie la tassa rifiuti

CONDIVIDI
  • Credion

La notizia arriva dal Corriere della Sera che parla di amara sorpresa per le scuole paritarie di ogni ordine e grado di Roma.

«Non è stato possibile individuare le risorse economiche necessarie per garantire l’agevolazione per le istituzioni scolastiche non statali di ogni ordine e grado relativa alla riduzione del 66,7% della tassa sui rifiuti. Pertanto per il secondo semestre 2014 è prevista l’applicazione dell’intera tariffa».

 

Icotea

{loadposition eb-motivare}

 

Così scrive l’Ama in un foglio allegato alla maxi bolletta in arrivo alle circa 300 scuole paritarie di Roma

Per i rifiuti, prima si pagava 6.600 euro all’anno e ora dal secondo semestre 2014 sono diventati  20mila: così in una scuola di 8 classi tra materna ed elementare

E per gli istituti più grandi? Infatti l’abolizione dell’agevolazione non include gli istituti scolastici statali, ma solo le private e paritarie e gli asili nido pubblici e privati.