Home Attualità A soli 18 anni, è la più giovane prof d’Italia: “Insegnare mi...

A soli 18 anni, è la più giovane prof d’Italia: “Insegnare mi sta appassionando”

CONDIVIDI
  • Credion

Si chiama Giorgia Pasqua, è siciliana (originaria di Randazzo, Comune della provincia etnea) e a soli 18 anni è l’insegnante più giovane d’Italia. Un record a tutti gli effetti il suo, perché fino a pochissimi mesi fa Giorgia studiava per diplomarsi all’istituto alberghiero ‘Medi’ di Randazzo. E in brevissimo tempo è riuscita a ottenere una cattedra. Ha infatti ottenuto l’incarico come supplente all’istituto ‘Maggia’ di Stresa, in provincia di Verbania, primo istituto alberghiero nato in Italia. La materia che insegna ad alunni solo poco più giovani di lei è Cucina. Si tratta di due classi seconde e due quinte dell’indirizzo ‘Enogastronomia’. Nel frattempo però Giorgia studia per i test d’ingresso alla facoltà di Medicina Veterinaria.

“Mi trovo molto bene qui a Stresa – spiega la giovane prof alla Tecnica della Scuola – il posto è bello e mi sono ambientata subito. Ho trovato ospitalità in casa di una famiglia originaria di Randazzo, il mio paese. Essendo la mia prima esperienza lontana dalla famiglia temevo un po’ per fortuna sta andando tutto bene. A scuola sono tutti educati e gentili, è strano insegnare ad alunni che in alcuni casi sono ripetenti e dunque più grandi di me, ma si comportano bene”.

Icotea

Giorgia sta affrontando la prima volta da docente in un periodo complicato in piena pandemia. “Devo dire grazie ad un collega che mi sta aiutando molto in questa prima esperienza. Sono qui da novembre e già ho dovuto affrontare scrutini e lezioni in Dad”.

Futuro

La professoressa Pasqua che ha buone probabilità di proseguire tutto l’anno scolastico a Stresa, sta affrontando con entusiasmo quest’esperienza e sta maturando l’idea di provare a entrare di ruolo nonostante la grande passione per gli animali che la spinge a studiare per entrare a Veterinaria. Casa è sempre casa, ma insegnare fuori è comunque un’esperienza formativa che non mi sta dispiacendo – afferma”.

Sul record di insegnante più giovane d’Italia ci confida: “Sospettavo di esserlo (a febbraio compirà 19 anni) ma ho avuto la conferma solo recentemente. Una bella soddisfazione”.