Home Archivio storico 1998-2013 Generico Afam: cessazioni e trattenimento in servizio a.a. 2013/2014

Afam: cessazioni e trattenimento in servizio a.a. 2013/2014

CONDIVIDI
  • Credion
Con la Nota prot. n. 652 del 21 gennaio 2013, il Miur – Direzione Generale per l’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica, ha fornito istruzioni per le cessazioni e trattenimenti in servizio del personale delle Istituzioni Afam per l’anno accademico 2013/2014.
Nel rimandare alla lettura della nota per quanto riguarda i requisiti necessari per andare in pensione, riepiloghiamo di seguito la tempistica prevista:

Le domande di cessazione dal servizio a qualsiasi titolo, quelle di trattenimento in servizio oltre il limite di età e quelle di trasformazione del rapporto di lavoro in tempo parziale per il personale tecnico e amministrativo con contestuale riconoscimento del trattamento di pensione dovranno essere presentate all’istituzione di titolarità entro e non oltre il 28 febbraio 2013; tutte le domande presentate valgono, per gli effetti, dal 1° novembre 2013.

La revoca delle istanze è consentita esclusivamente entro la medesima data del 28 febbraio 2013.

Entro il 20 marzo 2013 le istituzioni dovranno accertare la sussistenza del diritto al trattamento pensionistico del proprio personale e comunicare l’eventuale mancata maturazione di tale diritto ai dimissionari interessati, indicando loro la possibilità di ritirare la domanda entro cinque giorni dal ricevimento della comunicazione stessa.

L’accettazione delle domande di cessazione dal servizio si intende avvenuta alla data del 28 marzo 2013, senza l’emissione di un provvedimento formale.

Dal 29 marzo al 9 aprile 2013
, attraverso il collegamento al sito riservato (Cineca), sarà effettuato l’inserimento al sistema informatico dei nominativi di coloro che cesseranno dal servizio a qualsiasi titolo o che continueranno a prestare servizio oltre il limite di età a decorrere dall’1.11.2013.

Si ricorda, infine, che le domande di cessazione dal servizio, nonché l’eventuale revoca delle stesse, dovranno essere presentate direttamente dagli interessati, anche alla competente sede dell’INPS gestione ex INPDAP.