Home Attualità Alternanza Scuola Lavoro: gli studenti non “digeriscono” il cheeseburgher di McDonald’s

Alternanza Scuola Lavoro: gli studenti non “digeriscono” il cheeseburgher di McDonald’s

CONDIVIDI
  • GUERINI

L’accordo Miur – McDonald’s per l’alternanza scuola lavoro non piace nemmeno agli studenti. Infatti nella giornata del 2 novembre ci sono state proteste del Fronte della Gioventù Comunista (Fgc).

Le proteste, come riporta Ansa, hanno avuto luogo in decine di locali della multinazionale del fast food in tutta Italia, dove gli studenti hanno srotolato striscioni con lo slogan “Benvenuti studenti schiavi”, che fa il verso al titolo della campagna di accoglienza che McDonald’s Italia ha lanciato per accogliere i giovani stagisti.

Icotea

“L’accordo stipulato alcuni giorni fa dal Miur e alcune multinazionali – ha spiegato Alessandro Fiorucci, responsabile nazionale scuola del Fgc – è un pesante attacco al futuro dei giovani. Tra le numerose imprese spicca proprio McDonald’s, che ospiterà 10.000 studenti nelle sue 500 sedi in Italia. È inaccettabile che l’istruzione venga piegata agli interessi delle grandi multinazionali e che centinaia di migliaia di studenti lavorino gratis e senza diritti in stage. L’alternanza non può essere il pretesto per fare profitti sulla pelle degli studenti”.

Il gruppo studentesco chiede al Ministero di fare marcia indietro: “non vogliamo essere i futuri schiavi delle multinazionali e siamo pronti a scendere in piazza per esigere l’immediata cancellazione del protocollo d’intesa tra Miur e multinazionali” ha concluso Fiorucci.