Home Alunni Alternanza scuola lavoro: in Calabria l’arte orafa entra in classe

Alternanza scuola lavoro: in Calabria l’arte orafa entra in classe

CONDIVIDI

L’alternanza scuola lavoro, ora Percorso per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (P.C.T.O.), impegna le scuole e le aziende. Fra i suoi obiettivi c’è naturalmente quello di introdurre nel mondo delle professioni gli studenti puntando naturalmente alla vocazione del territorio.
Esistono dunque esperienze diverse in vari settori che le istituzioni scolastiche promuovono attraverso convenzioni. Queste ultime nascono dalle ricerche effettuate dal dirigente scolastico, contatti, analisi sulle competenze che svilupperebbero gli studenti.
Un utile riferimento però per stendere intese potrebbero essere gli accordi di collaborazione che sia a livello nazionale che regionale il MIUR (in quest’ultimo caso attraverso le articolazioni territoriali, USR) sottoscrive con le imprese.
In Calabria, “il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria, Maria Rita Calvosa, e l’Amministratore Unico della GERARDO SACCO & C. s.r.l., Viviana Sacco, – si legge in una nota – firmeranno il prossimo 24 settembre 2019, alle ore 10,30, un Accordo di Collaborazione che mira a rafforzare il rapporto tra scuola e mondo del lavoro, promuovendo l’arte orafa e la storia della Calabria”.
“Le scuole secondarie di II grado della Calabria – prosegue la nota – potranno programmare, anche grazie a tale accordo, ‘Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento’ (P.C.T.O.) (ex ASL) con una delle aziende calabresi di eccellenza, non solo in riferimento alla creatività e all’arte orafa, ma anche ad una serie di esperienze formative diversificate, non ultima l’approfondimento e lo studio della storia della Magna Graecia, un mondo che da sempre rappresenta la musa ispiratrice del Maestro Gerardo Sacco, che sarà presente con la sua esperienza e la sua competenza creativa”.

CONDIVIDI