Home Personale Assegnazioni provvisorie 2019/2020 su posti sostegno senza specializzazione

Assegnazioni provvisorie 2019/2020 su posti sostegno senza specializzazione

CONDIVIDI

Da alcune indiscrezioni che trapelano dal Miur sembra che anche per l’anno 2019/2020 il CCNI utilizzazioni e assegnazioni provvisorie conterrà la norma derogatoria che consentirà, ad alcune condizioni, di essere assegnati provvisoriamente su posti di sostegno anche senza possedere il titolo di specializzazione.

Posti di sostegno senza titolo di specializzazione

Per l’anno scolastico 2019/2020 sembra, ma ancora bisogna attendere la conferma ufficiale, che verrà mantenuto il comma 16 all’art.7 del CCNI mobilità annuale già applicato con successo nell’anno scolastico attualmente in corso.

Tale norma consente ad alcuni docenti, in via derogatoria, la possibilità di richiedere l’assegnazione provvisoria interprovinciale sui posti di sostegno senza essere in possesso del titolo specializzazione, purché stiano per concludere il percorso di specializzazione sul sostegno o, in subordine, abbiano prestato almeno un anno di servizio – anche a tempo determinato – su posto di sostegno. Questa opportunità di richiedere anche i posti di sostegno senza averne il titolo di specializzazione, sarà in aggiunta alla richiesta dei posti comuni di titolarità e, in caso di altre abilitazioni, per altre classi di concorso per cui si è appunto abilitati.

ICOTEA_19_dentro articolo

Nell’allegato 1 al CCNI utilizzazioni 2019/2020, riguardante la sequenza operativa: Utilizzazioni, Assegnazioni provvisorie e assegnazioni di sede provvisoria – personale docente, ci sarà anche per questa annualità la fase n.41 riguardante le operazioni su posto di sostegno di cui al suddetto articolo 7, comma 16.

Dopo avere accantonato i posti di sostegno per i docenti presenti in GAE e in Graduatoria di Istituto con titolo di specializzazione su sostegno, i rimanenti posti vengono assegnati, tramite assegnazione provvisoria, ai docenti provenienti da altra provincia, sforniti di titolo di specializzazione, purché stiano per concludere il percorso di specializzazione sul sostegno o, in subordine, abbiano prestato almeno un anno di servizio – anche a tempo determinato – su posto di sostegno.