Home Personale Assegno unico, chiarimenti dell’INPS sul conto corrente da indicare nella domanda

Assegno unico, chiarimenti dell’INPS sul conto corrente da indicare nella domanda

CONDIVIDI

Dal 1° marzo 2022 entra in vigore l’Assegno unico universale per i figli a carico e INPS ha reso disponibile sul proprio sito la domanda on line, che è dunque già compilabile.

Per il 2022, la domanda può essere effettuata entro giugno 2022, con il
riconoscimento di tutti gli arretrati da marzo.

Icotea

In merito al conto corrente da indicare nella domanda, l’INPS ha fornito i seguenti chiarimenti:

  • il titolare del conto corrente identificato dal codice IBAN specificato nella domanda deve essere il richiedente dell’assegno unico. L’INPS non potrà accreditare l’assegno sul conto corrente di una persona differente da chi presenta la domanda. È possibile comunque chiedere l’accredito dell’assegno unico su un conto corrente cointestato al beneficiario che ha presentato la domanda. Non è sufficiente essere delegati alla riscossione;
  • il codice fiscale del richiedente deve essere esattamente corrispondente a quello che risulta all’Istituto di Credito come codice fiscale del titolare del conto corrente su cui si chiede l’accredito;
  • il conto corrente su cui si chiede l’accredito dell’assegno unico deve essere effettivamente attivo e correttamente intestato (o cointestato) al richiedente la prestazione.

LEGGI ANCHE: Assegno unico e universale: cos’è? Quale importo? Come fare domanda? [VIDEO]