Home Personale Assunzioni personale Ata nel Decreto Milleproroghe

Assunzioni personale Ata nel Decreto Milleproroghe

CONDIVIDI

Approvato alla Camera il decreto Milleproroghe con 322 voti favorevoli, 2 contrari e 31 astenuti. Ora il testo passa al Senato. Nel testo misure riguardanti anche le assunzioni del Personale Ata.

Tra i provvedimenti, infatti, quello riguardante la proroga (dal 1° gennaio 2021) al 1° marzo 2021 del termine per l’assunzione nel profilo di collaboratore scolastico del personale delle imprese già impegnate nella pulizia delle scuole, all’esito della seconda procedura selettiva per la stabilizzazione, di cui all’art. 58, co. 5-sexies, del D.L. 69/2013 (L. 98/2013) (art. 5, co. 5).

Icotea

Un ruolo, quello del collaboratore scolastico addetto alle pulizie, che in piena pandemia ha assunto una particolarmente importanza, che vede il personale Ata responsabile della sanificazione delle scuole e dunque della corretta applicazione dei protocolli di sicurezza anti Covid, necessaria al contenimento dei contagi.

Raccomandazioni igienico sanitarie del CTS

Nel verbale del Comitato Tecnico Scientifico (CTS) di maggio scorso si raccomanda infatti un’attenta igiene degli ambienti e si prescrive quanto segue:

Per sanificazione si intende l’insieme dei procedimenti e operazioni atti ad igienizzare determinati ambienti e mezzi mediante l’attività di pulizia e di disinfezione. Poiché la scuola è una forma di comunità che potrebbe generare focolai epidemici in presenza di un caso, a causa della possibile trasmissione per contatto, la pulizia con detergente neutro di superfici in locali generali, in presenza di una situazione epidemiologica con sostenuta circolazione del virus, andrebbe integrata con la disinfezione attraverso prodotti con azione virucida. Nella sanificazione si dovrà porre particolare attenzione alle superfici più toccate quali maniglie e barre delle porte, delle finestre, sedie e braccioli, tavoli/banchi/cattedre, interruttori della luce, corrimano, rubinetti dell’acqua, pulsanti dell’ascensore, distributori automatici di cibi e bevande, ecc.
Qualora vengano usato prodotti disinfettanti, e qualora la struttura educativa ospiti bambini al di sotto dei 6 anni, si raccomanda di fare seguire alla disinfezione anche la fase di risciacquo soprattutto per gli oggetti, come i giocattoli, che potrebbero essere portati in bocca dai bambini.

Ecco il testo approvato alla Camera.

Il testo sulla scuola

Si proroga (dal 31 dicembre 2020) al 31 dicembre 2021 il termine entro il quale deve essere emanato il bando di concorso per il reclutamento di insegnanti di religione cattolica previsto dall’art. 1-bis del D.L. 126/2019 (L. 159/2019). Il concorso deve essere bandito per la copertura dei posti che si
prevedono vacanti e disponibili negli anni scolastici dal 2021/2022 al 2023/2024 (art. 5, co. 1);

si estende all’a.s. 2020/2021 l’applicazione delle disposizioni (art. 87, co. 3-ter, D.L. 18/2020; L. 27/2020) in base alle quali la valutazione degli apprendimenti, periodica e finale, oggetto dell’attività didattica svolta a distanza, produce gli stessi effetti della valutazione in presenza (art. 5, co. 3);

si proroga ulteriormente (dal 31 dicembre 2020) al 31 dicembre 2021 il termine per il pagamento, da parte degli enti locali, dei lavori di riqualificazione e messa in sicurezza di istituti scolastici statali previsti dall’art. 18, co. da 8-ter a 8-sexies, del D.L. 69/2013 (L. 98/2013) (art. 5, co. 4);

si proroga (dal 1° gennaio 2021) al 1° marzo 2021 il termine per l’assunzione nel profilo di collaboratore scolastico del personale delle imprese già impegnate nella pulizia delle scuole, all’esito della seconda procedura selettiva per la stabilizzazione, di cui all’art. 58, co. 5-sexies, del D.L. 69/2013 (L. 98/2013) (art. 5, co. 5);

si differisce (rispettivamente, dal 31 dicembre 2021 e dal 31 dicembre 2019) al 31 dicembre 2022 il termine per l’adeguamento alla normativa antincendio degli edifici scolastici e dei locali adibiti a scuola, nonché degli edifici e dei locali adibiti ad asilo nido, per i quali non si sia ancora provveduto (art. 2, co. 4-septies);

si proroga ulteriormente (dal 30 settembre 2021) al 30 settembre 2022 il termine di validità delle graduatorie comunali del personale scolastico, educativo e ausiliario destinato ai servizi educativi e scolastici gestiti direttamente dai comuni approvate negli anni dal 2012 al 2017 (art. 5-bis).

Inoltre:
si consente di utilizzare fino al 30 giugno 2021 le risorse non utilizzate del Fondo per le politiche della famiglia destinate ai Comuni per finanziare progetti volti contrastare la povertà educativa e ad incrementare le opportunità culturali ed educative per i minori (art. 18);

si introducono alcune semplificazioni relative alla realizzazione dei collegamenti in fibra ottica ad alta velocità degli edifici scolastici (art. 20).

CORSO ON LINE
12 moduli con videolezioni e risorse
fruibili 24 ore su 24
Info e iscrizioni

LEGGI ANCHE