Home Attualità Azzolina istituisce il Comitato tecnico scientifico sulla storia della scuola

Azzolina istituisce il Comitato tecnico scientifico sulla storia della scuola

CONDIVIDI
  • Credion

Valorizzare la storia della scuola e delle istituzioni scolastiche. Recuperare e tutelare la memoria del nostro patrimonio storico educativo. Questo l’obiettivo del Comitato tecnico scientifico istituito dalla Ministra Lucia Azzolina.   

Il gruppo sarà composto da esperti di comprovato livello scientifico che, a partire dai numerosi testi documentali presenti nelle biblioteche del Ministero dell’Istruzione, avranno il compito di promuovere la storia della Scuola e delle istituzioni educative italiane, ricostruendo il lungo viaggio dell’evoluzione scolastica del nostro Paese dal 1861 a oggi. Il lavoro del comitato sarà messo a disposizione di scuole e studiosi e potrà essere utilizzato anche nell’ambito dell’Educazione civica, rendendo la storia della scuola un segmento vivo della formazione di ciascuno studente e ciascuna studentessa. 

Icotea

L’Azione del Comitato contribuirà anche ad arricchire e sviluppare la mostra “Dal libro Cuore alla lavagna digitale”, l’esposizione permanente che illustra il percorso dell’istruzione in Italia, allestita presso il Ministero dell’Istruzione e inaugurata lo scorso 17 dicembre. 

Il Comitato è presieduto dal Capo Dipartimento per il Sistema educativo di istruzione e formazione del Ministero dell’Istruzione, Marco Bruschi. 

Sono nominati componenti del Comitato: 

Anna Ascenzi, Università di Macerata; 

Annemarie Augschöll, Università di Bolzano; 

Gianfranco Bandin, Università di Firenze; 

Alberto Barausse, Università del Molise; 

Carmela Covato, Università RomaTre; 

Michela D’Alessio, Università della Basilicata; 

Mirella D’Ascenzo, Università di Bologna; 

Fulvio De Giorgi, Università di Modena e Reggio Emilia; 

Angelo Gaudio, Università di Udine; 

Carla Ghizzoni, Università Cattolica Sacro Cuore Milano; 

Maria Cristina Morandini, Università di Torino; 

Simonetta Polenghi, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano; 

Fabio Pruneri, Università di Sassari; 

Roberto Sani, Università di Macerata; 

Adolfo Scotto di Luzio, Università di Bergamo; 

Brunella Serpe, Università della Calabria; 

Caterina Sindoni, Università di Messina; 

Giuseppe Zago, Università di Padova; 

Stefano Vitali, Archivio Centrale dello Stato; 

Andrea De Pasquale, Biblioteca Nazionale Centrale di Roma; 

Pamela Giorgi, Biblioteca Pedagogica INDIRE; 

Vincenzo Lifranchi, Segreteria Tecnica del Ministro dell’Istruzione; 

Raffaele Ciambrone, Direzione Generale per lo Studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico del Ministero dell’Istruzione.