Home Attualità Buon compleanno Greta Thunberg

Buon compleanno Greta Thunberg

CONDIVIDI
  • Credion

Greta Thunberg, la notissima attivista svedese, diventa maggiorenne. La studentessa, nominata per il Premio Nobel per la Pace per il 2019, mancando la corsa al premio per poco, considerata la persona dell’anno 2019 per il Times, la più giovane di sempre, arriva al traguardo della maggiore età, è infatti nata il 3 gennaio del 2013 a Stoccolma, da una coppia di artisti, la madre Malena Emman cantante, e il padre Svante Thunberg, attore.

Dallo Sciopero Scolastico per il Clima a Fridays for Future

L’attivismo di Greta Thunberg comincia ad agosto del 2018, quando l’allora quindicenne svedese annuncia lo Sciopero Scolastico per il Clima (Skolstreik for Klimatet), sedendosi di fronte alla sede del Parlamento svedese, Riksdag, raccogliendo l’eredità del gruppo indipendente di studenti che già nel 2015 aveva protestato con forza prima e durante la Conferenza sul Clima di Parigi. Greta Thunberg diventa ben presto l’animatrice di un significativo e numeroso movimento globale di giovani, dando vita all’iniziativa Fridays for Future. Saranno in molti ad essere ispirati dalla giovanissima svedese, dall’Australia agli Stati Uniti, dal Giappone alla Svizzera, dall’Afghanistan alla Thailandia, al Senegal, gli scioperi per il clima si diffondono a macchia d’olio. A metà marzo del 2019 oltre un milione di studenti manifesta in tutto il mondo, con cortei in città come New York, Sydney, Mosca, Bruxelles. In Italia l’onda si propaga coinvolgendo oltre cento città e tra queste Milano, con oltre 100.000 partecipanti, vede il più alto numero di giovani a sostegno delle iniziative promosse da Thunberg.

Icotea

I numeri di azioni e di persone progressivamente coinvolte crescono durante tutto il 2019, con cifre, come si legge nelle testate internazionali, che testimoniano il grande successo e il significato del movimento attivato da Greta Thunberg, che vedono partecipare oltre 1650 città del mondo in 125 paesi, dove le proteste crescono e si diffondono. Cresce anche il numero di giovani attivisti che come Thunberg si fanno avanti in tutto il mondo, invitando tutte le generazioni a prendere parte alle azioni, scrivendo, per esempio prima dell’inizio della prima Climate Action Week, a settembre del 2019, questo è un compito per tutta l’umanità. Noi giovani possiamo contribuire ad una lotta più grande, e questo può fare una grande differenza. Ma questo funziona solo se la nostra azione è intesa come una chiamata. Vi chiediamo di unirvi a noi… Unitevi alla giornata con i vostri vicini, colleghi, amici e famiglie per ascoltare le nostre voci e fare di questo un punto di svolta nella storia“.

La giovane svedese inoltre,  per promuovere la sua campagna globale incontra in questi anni, uomini e donne importanti in tutto il mondo, dall’ex presidente Trump alla premier Merkel, dal Papa al premio Nobel Malala Yousafzai, viaggiando il più possibile in modo sostenibile per l’ambiente, quindi non usando mai aerei, parlando all’ONU, diventando protagonista di un film documentario “I am Greta” di Nathan Grossman, presentato alla  Mostra del cinema di Venezia.

Digital Strike

La pandemia non ferma Thunberg e si suoi tanti sostenitori, che nel 2020, attraverso Fridays for Future, da tempo diventata FFF, propone una serie di azioni sul Web, per continuare a coinvolgere tutto il mondo nella difesa del pianeta e da aprile del 2020 si trasferisce in rete. Ai partecipanti viene chiesto di postare una propria foto con un cartellone in cui esprimere il sostegno alla battaglia contro la crisi climatica, utilizzando l’hashtag #DigitalStrike. In Italia si invitano tutti coloro che vogliono partecipare a geolocalizzarsi online davanti a Palazzo Chigi, sede del governo. Le istituzioni non hanno ancora attuato politiche incisive per far fronte a questa crisi mondiale – scrivono i ragazzi di FFF Italia mentre la comunità scientifica ci avverte che sono rimasti solo otto anni per evitare le conseguenze peggiori. Potremmo non avere cibo e acqua per tutti e tutte, potremmo non avere un clima adatto per coltivazioni ed allevamenti. Potremmo arrivare al collasso e perdere il nostro Futuro. Questa è anche l’occasione per lanciare la campagna #RitornoAlFuturo!, che intende promuovere un piano per la rinascita del Paese, per risollevarsi dalla crisi economica e da quella climatica, chiedendo di investire nella riconversione ecologica.

FFF Italia

Per saperne di più, per continuare a sostenere Greta Thunberg e il movimento globale nato grazie alle sue azioni, ma anche per poter coinvolgere studenti e scuole nelle campagne informative e nelle azioni, il sito di FFF Italia, Fridays For Future Italia – sito ufficiale, aggiornato in tempo reale, consente di accedere a una ricca serie di notizie, locali e internazionali, oltre a fornire documenti e risorse online, utili anche per promuovere a scuola percorsi di cittadinanza sui temi ambientali.