Home Archivio storico 1998-2013 Concorso Dirigenti Cara ministra poni rimedio ai diritti degli idonei al concorso a ds...

Cara ministra poni rimedio ai diritti degli idonei al concorso a ds del 2004 in Sicilia

CONDIVIDI
  • Credion

Ill.mo
Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Prof.ssa Maria Chiara Carrozza

Gentilissimo Ministro, i sottoscritti docenti, idonei al concorso per Dirigenti Scolastici per la Regione Sicilia ai sensi della Legge 202/2010 e successivo D.M. n. 2 del 2011 con la presente si rivolgono alla S.V. perché voglia intervenire e risolvere la situazione di grave irregolarità venutasi a creare in Sicilia.
A tal fine Le rappresentano quanto accaduto nella paradossale vicenda del Concorso a Dirigente Scolastico in Sicilia, bandito nel 2004, espletato 2006 e successivamente annullato per gravissime irregolarità.
La legge n.202/2010, emanata per sanare la situazione venutasi a creare, prevede la rinnovazione del concorso in tre fasi:
1) La sub procedura A) viene conclusa in data 11 Luglio 2010, con la produzione di un elaborato scritto sull’esperienza svolta da parte dei DS già in servizio
2) La sub procedura B) viene conclusa in data 12 luglio 2010 con la produzione di un elaborato scritto sull’esperienza del corso di formazione da parte dei DS idonei, ma non ancora in servizio;
3) La sub procedura C) prevedeva la ricorrezione degli elaborati per tutti coloro che avevano consegnato entrambe le prove scritte e non erano risultati idonei;
Nonostante la legge 202/10 contemplasse la conclusione di tutte le operazioni entro un anno dall’emanazione della stessa, e cioè entro la fine del 2011, solamente in data 27 Novembre 2012 viene pubblicato l’elenco di coloro che avevano positivamente superato la ricorrezione delle prove scritte, idonei della sub procedura C).
La legge 202/10 non prevedeva una sub procedura per coloro che erano stati bocciati agli esami orali, pertanto intervengono in tal senso due note del Direttore Generale Dott. Chiappetta che prevedono, la prima, l’ammissione direttamente al corso di formazione per i docenti che chiameremo della Sub procedura C bis) e, la seconda, un colloquio per gli stessi.
L’Ufficio scolastico Regionale, nell’indicare le date previste per i colloqui nel mese di maggio 2013, precisa che i docenti idonei a seguito del colloquio selettivo, saranno immessi in ruolo dal settembre 2013 insieme agli idonei della sub procedura C) e che frequenteranno il corso di formazione dopo l’immissione in ruolo.
Trentacinque dei 106 bocciati agli orali impugnano il provvedimento che impone loro il colloquio orale e chiedono di frequentare il corso di formazione iniziato in data 15 gennaio 2013 per gli idonei della sub procedura C).
Il Tar Lazio li ammette con riserva al corso di formazione e impone all’Amministrazione la ricorrezione dei compiti scritti. L’Amministrazione decide di estendere a tutti, anche ai non ricorrenti, la ricorrezione.
Ad oggi tutte le operazioni della sub procedura C) sono concluse con il superamento del colloquio selettivo del corso di formazione da parte di n. 37 candidati e, così come previsto dalla Legge 202/2010, dal DM 2/2011 e dal D.D.G. 13/7/2011, si dovrebbe procedere alle immissioni in ruolo degli stessi, con assoluta priorità rispetto agli idonei del concorso del 2011, su tutti i posti disponibili negli a.s. 2010/2011 e 2011/2012, sennonché l’USR Sicilia emana in data 29/05/2013 il decreto n.11206, a firma Dott.ssa Altomonte, che, pur citando in premessa che il D.D.G. 13/7/2011 prevede che le nomine dei dirigenti scolastici risultanti vincitori del concorso 2011 saranno effettuate dopo le nomine dei candidati del concorso 2004, decreta che n.176 posti saranno assegnati ai vincitori del concorso 2011 e che solamente i posti che si renderanno vacanti e disponibili dopo la nomina dei vincitori del concorso 2011 saranno assegnati ai vincitori del 2004, rilevato che nell’a.s. 2010/2011 risultavano vacanti 89 posti e nell’a.s.2011/2012 risultavano n.54 unità in soprannumero.
In realtà nell’a.s. 2011/2012, oltre al mantenimento in servizio di n. 47 Dirigenti Scolastici già in età pensionabile, sono state effettuate le seguenti operazioni:
n.24 immissioni in ruolo ( decreto del 6/9/2011)
n.23 trasferimenti interregionali ( decreto del 27/08/2011)
n.25 incarichi di presidenza (decreto del 06/09/2011)
n.156 incarico aggiuntivo di reggenza ( decreto del 6/9/2011)
La legge 183, che ha previsto la soppressione delle cattedre di presidenza per le scuole sottodimensionate, è datata 12/11/2011 e, pertanto, va a decurtare le disponibilità dei posti per l’a.s. 2012/2013 e non quelli dell’a.s. 2011/2012.
Pretestuosa appare l’affermazione dell’USR Sicilia che considera incompleta la procedura concorsuale di cui alla Legge 202/2010 per i seguenti motivi:
1) Il primo Agosto è stato pubblicato l’elenco dei docenti che hanno superato il colloquio selettivo;
2) Tra i 14 docenti idonei della sub procedura C bis risultano:
N.2 docenti già in quiescenza
N.2 docenti già Dirigenti scolastici tramite procedura concorsuale riservata;
N. 1 docente già inserita nella graduatoria di merito del Concorso 2011;
N. 5 docenti già frequentanti con riserva il corso di formazione con i 40 idonei della procedura C).
Risulterebbero, pertanto, destinatari di un ulteriore corso di formazione solamente n.4 docenti, tra i nuovi idonei.
La mancata frequenza del corso di formazione da parte di alcuni non può essere considerata ostativa per la formulazione della graduatoria dei docenti della sub procedura C), perché si ricorda che proprio l’USR Sicilia aveva previsto in data 10 gennaio 2013 per la sub procedura C bis la frequenza del corso di formazione dopo l’ immissione in ruolo, a pari degli idonei del concorso 2011.
Alla luce di quanto detto si chiede alla S.V. di voler porre rimedio alla situazione venutasi a creare, che calpesta i diritti di trentasette docenti che aspettano oggi dopo sette lunghi anni e a conclusione di un corso di formazione fortemente professionalizzante l’immissione nei ruoli della Dirigenza Scolastica.

Icotea

Firmato
Gli idonei del concorso a Dirigenti scolastici per la Sicilia del 2004