Home Personale Come saranno distribuite le 32 mila nuove assunzioni degli insegnanti?

Come saranno distribuite le 32 mila nuove assunzioni degli insegnanti?

CONDIVIDI

Domani 10 agosto 2016 alle ore 11.30 al Miur sono stati convocati i sindacati per l’informativa sulle 32 mila assunzioni di insegnanti.

In tale informativa si parlerà delle indicazioni operative e dei contingenti per le immissioni in ruolo del personale docente, educativo e Ata, riferite all’anno scolastico 2016/2017.  Dal prossimo settembre, ci dovrebbero essere, come annunciato dal Ministro Stefania Giannini, 10 mila assunzioni per il personale Ata con l’aggiunta di 32 mila insegnanti neoassunti in ruolo o dalla graduatoria di merito del concorso 2016 che si sta concludendo in queste settimane o dalle Gae.

Icotea

Alcuni lettori ci pongono la seguente domanda: “Ma come saranno distribuite le 32 mila assunzioni di insegnanti?”.  Cominciamo con il dire che secondo legge vigente le immissioni in ruolo dovranno avvenire al 50% da concorso e al 50% da graduatorie ad esaurimento, diciamo anche che la parte del leone toccherebbe alla scuola dell’infanzia che nel 2015/2016 è stato l’unico ordine di scuola a non avere posti di potenziamento.

Diciamo anche, come dato di fatto oggettivo, che dopo gli esiti della mobilità interprovinciale i posti liberi sono quasi tutti al nord Italia. Per cui si potrebbe trattare di un contingente a trazione nordista e dell’ordine dell’Infanzia.

Un dato è assolutamente certo, si tratta del dimezzamento del contingente di assunzioni. Infatti il ministro Stefania Giannini, in conferenza stampa con Renzi e la Madia, nel gennaio 2016 aveva annunciato circa 64 mila nuove assunzioni in ruolo.

Adesso bisogna solo attendere domani per capire come realmente stanno le cose e quanti nuovi insegnanti saliranno in cattedra il prossimo 15 settembre, ma soprattutto in quale ordine di scuola e a quale latitudine.