Home Personale Come spenderete il bonus di 500 euro? Il nostro nuovo sondaggio

Come spenderete il bonus di 500 euro? Il nostro nuovo sondaggio

CONDIVIDI

Una delle novità introdotte dalla riforma de ‘La Buona Scuola’ è il bonus di 500 euro che riceveranno gli insegnanti per l’autoformazione.
Si tratta di una erogazione che i docenti devono spendere per l’aggiornamento professionale, culturale e per strumentazioni di supporto alla loro professione.
Nello specifico i 500 euro sono destinati ai docenti
di ruolo, ai neo assunti con il piano straordinario della riforma, compresi i 55mila della fase C (anche se la loro assunzione effettiva si realizzerà solo il 1° settembre 2016). In totale il Miur ha previsto circa 762mila assegnazioni bonus.

{loadposition bonus}

Icotea


I docenti quest’anno riceveranno il sussidio direttamente in busta paga con un’emissione speciale, mentre dal prossimo anno avranno una card dedicata, esente da tassazione statale.
Il bonu
s potrà essere speso dagli insegnanti per l’acquisto di libri e pubblicazioni, anche digitali; iscrizione a corsi di aggiornamento, corsi di laurea e master svolti da enti accreditati presso il Miur; rappresentazioni teatrali e cinematografiche; ingresso a musei ed eventi culturali; pc, tablet, software e hardware utili alla professione.
E’ necessario conservare scontrini, ricevute e fatture per la rendicontazione, alla luce anche della nota del Miur
e del D.P.C.M. 23 settembre 2015 per l’attuazione della Legge 107/15 che fornisce istruzioni in merito.
La Tecnica della Scuola lancia un sondaggio per capire come i docenti intendono usare il bonus da 500 euro.

La nota 0015219 del Miur

Il D.P.C.M. 23 settembre 2015

Esprimi il tuo parere. Partecipa al nostro sondaggio!

 

[Sondaggio id=”20″]