Home Concorsi Concorso docenti, contatori digitali per la classe A40: elettrotecnica o elettronica?

Concorso docenti, contatori digitali per la classe A40: elettrotecnica o elettronica?

CONDIVIDI
  • Credion

Oggi parliamo di concorso a cattedra 2016 con la seguente domanda: Esiste un problema concorsuale relativo alla classe di concorso A40, che è stata frutto di un accorpamento tra la A034 (Elettronica) e A035 (Elettrotecnica ed Applicazioni)? Diciamo che Precedentemente al DPR 19 del 2016 i laureati in ingegneria elettronica ed abilitati nella A034 per poter insegnare sulla A035 dovevano superare gli esami di quattro materie fondamentali: Elettrotecnica, Impianti elettrici, Macchine elettriche ed Impianti elettrici; mentre chi insegnava sulla classe A035 poteva insegnare tranquillamente sulla classe A034 senza alcuna materia vincolante.

Alcune recenti proteste sul concorso a cattedra 2016 dicono che la prova scritta della A40 sostenuta il 18/05/2016 è stata sostanzialmente basata tutta su domande esclusivamente di elettronica, infatti, tra le 6 domande proposte era richiesta anche quella di spiegare il funzionamento dei contatori digitali. Ma fare una domanda sui contatori digitali, significa fare una domanda di elettronica o di elettrotecnica? Per contatore elettronico o digitale si può considerare anche il sistema telegestore Enel, che ha le seguenti componenti:

Icotea

1. il contatore elettronico, per la misura del consumo dell’energia elettrica, la comunicazione da remoto dei dati relativi alla lettura e la gestione a distanza del cliente;

2. il concentratore, installato in ciascuna cabina secondaria, che consente di raccogliere i dati registrati dai contatori ad esso collegati;

3. il sistema centrale che raccoglie ed invia i dati a tutti i concentratori e gestisce il sistema;

4. la centrale operativa che gestisce l’acquisizione dei dati di misura e le operazioni contrattuali con il contatore elettronico.

Quindi per poter spiegare il principio di funzionamento del telegestore Enel bisogna possedere competenze sull’uso applicativo del PLC, competenze che devono essere proprie sia degli elettrotecnici che degli elettronici.
Ma forse, per fare maggiore chiarezza di competenza professionale, si dovrebbe rivolgere il quesito ai vertici dell’ENEL.