Home Concorsi Concorso docenti, la prova scritta tra fine aprile e inizio maggio

Concorso docenti, la prova scritta tra fine aprile e inizio maggio

CONDIVIDI

Conto alla rovescia per la prima prova scritta del concorso docenti. Sono centinaia di migliaia gli interessati al concorso che si cimenteranno con le prove scritte ed orali secondo le modalità regolate dai bandi stessi. 

Sarà il Miur che, avvalendosi del Comitato tecnico-scientifico, predisporrà le tracce delle prove scritte o scritto-grafiche, che dunque saranno uguali a livello nazionale. Le Commissioni, poi, predisporranno le tracce dell’eventuale prova pratica e della prova orale.

Icotea

In particolare, le tracce della prova pratica saranno predisposte sulla base del programma e dei criteri fissati nell’Allegato A al D.M. n. 95/2016 e saranno estratte 24 ore prima della prova stessa. Anche le tracce delle prove orali saranno predisposte sulla base dei criteri fissati nell’Allegato A al D.M. n. 95/2016 e ciascuno dei candidati estrarrà la traccia della prova 24 ore prima dell’orario fissato per sostenere la propria prova.

Il 12 aprile sulla Gazzetta Ufficiale sarà reso noto il programma, con le date ufficiale, della prova scritta. Già impazza il toto-data tra notizie palesemente inventate e indicazioni dagli uffici regionali. Un indizio proviene dall’Usr Toscana. In un documento, scaricaribile dal sito dall’ufficio scolastico, indica la data del 28 aprile come inizio delle procedure concorsuali. Non è escluso, però, che ci sia un ulteriore slittamento qualora i ricorsi (già più di 10mila) venissero accettati.

 

La valutazione delle prove sarà disciplinata dal D.M. n. 95/2016 e le Commissioni disporranno di 100 punti da ripartire nel modo seguente: 40 per le prove scritte, grafiche e pratiche, 40 per la prova orale e 20 per i titoli.

 

TUTTE LE NOTIZIE SUL CONCORSO ANCHE SU TELEGRAM

 

Per quanto riguarda le prove scritte, ricordiamo che esse saranno “computer based” e i concorsisti dovranno affrontare 8 quesiti: 6 domande saranno a risposta aperta e di carattere metodologico mentre 2 saranno in lingua straniera e a risposta chiusa.
Nel caso in cui i candidati svolgano una sola prova scritta o scritto-grafica, la commissione attribuirà alla prova un punteggio di massimo 40 punti. A ciascuna delle 6 domande a risposta aperta sarà attribuito un punteggio compreso tra 0 e 5,50 mentre a ciascuno dei due quesiti in lingua sarà dato un punteggio compreso tra 0 e 3,50. Per le classi di concorso di lingua straniera che svolgeranno la prova interamente in lingua, la commissione attribuirà a ciascuna delle 8 domande a risposta aperta un punteggio compreso tra 0 e 5.
Per superare la prova il punteggio minimo che il concorsista dovrà ottenere sarà di 28 punti.

Per quanto riguarda, infine, la prova orale sarà valutata la padronanza delle discipline e la capacità di progettazione didattica, oltre che la capacità di comprensione e conversazione nella lingua straniera scelta dal candidato.
Anche in questo caso per superare la prova sarà necessario raggiungere un punteggio minimo di 28 punti.

La complessità delle prove e la necessità di una padronanza delle discipline e contenuti dimostra l’urgenza per l’aspirante concorsista di acquisire un piano di azione e studio.

Concorso docenti, scarica la Guida con tutte le info per partecipare 

 

TUTTA LA NORMATIVA 

 

BANDO SCUOLA DELL’INFANZIA E PRIMARIA

 

BANDO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO

 

BANDO PER IL SOSTEGNO

 

D.M. 92 (Riconoscimento titoli di specializzazione in Italiano Lingua 2)

 

D.M. 93 (Ambiti disciplinari)

 

D.M. 94 (Valutazione dei titoli)

 

D.M. 95 (Svolgimento prove di esame)

 

Allegato A D.M. 95 (Programmi di esame)

 

Tabella di corrispondenza tra vecchie e nuove classi di concorso

 

{loadposition bonus_1}