Home Concorsi Concorso docenti, “La Tecnica” ti prepara alle avvertenze generali ai programmi d’esame

Concorso docenti, “La Tecnica” ti prepara alle avvertenze generali ai programmi d’esame

CONDIVIDI
  • GUERINI

Da tempo si parlava di una prova scritta che non richiedesse solo una preparazione nella propria disciplina.

Adesso il D.M. 95 all’art. 5 è più esplicito richiedendo ai candidati a posti comuni lo svolgimento di una prova composta da otto quesiti: due di comprensione del testo di una lingua straniera e gli altri sei a risposta aperta che “prevedono la trattazione articolata di tematiche disciplinari, culturali e professionali volti all’accertamento delle conoscenze e competenze didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento”. Per i posti di sostegno i sei quesiti a risposta aperta si riferiscono “alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità e sono altresì finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità”.

Icotea

Una buona preparazione, quindi, deve integrare la padronanza della propria disciplina con la conoscenza dei requisiti culturali e professionali legati alla propria professione.

Le Avvertenze generali, trasversali a tutte le classi di concorso, sono parte integrante dei programmi d’esame (All. A) e richiedono ai candidati per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado, una preparazione complessa sugli aspetti legati alla professionalità del docente, sviluppandola in 13 punti.

 

TUTTE LE NOTIZIE SUL CONCORSO ANCHE SU TELEGRAM

 

Riportiamo di seguito le Avvertenze generali e punto per punto diamo indicazioni ai nostri lettori quale nostra pubblicazione o corso possono utilizzare per la preparazione.


> 1

Sicuro dominio dei contenuti dei campi di esperienza e delle discipline di insegnamento e dei loro fondamenti epistemologici per poter individuare gli itinerari più idonei per una efficace mediazione didattica, impostare e seguire una coerente organizzazione del lavoro, adottare opportuni strumenti di verifica dell’apprendimento e per la valutazione degli alunni nonché di idonee strategie per il miglioramento continuo dei percorsi messi in atto.

 

Ebook “Il valore formativo delle discipline”

 

> 2

Conoscenza dei fondamenti della psicologia dello sviluppo, della psicologia dell’apprendimento scolastico e della psicologia dell’educazione.


Ebook
“Lo sviluppo psicologico nell’età evolutiva”

 

> 3

Conoscenze pedagogico – didattiche e competenze sociali finalizzate all’attivazione di una positiva relazione educativa e alla promozione di apprendimenti significativi e in contesti interattivi in stretto coordinamento con gli altri docenti che operano nella classe, nella sezione, nel plesso scolastico e con l’intera comunità professionale della scuola.


• Ebook
“Motivare ad apprendere”
• Corso e-learning “Conoscenze pedagogico-didattiche di base”

 

> 4

Capacità di progettazione curriculare della disciplina.


Ebook “Il valore formativo delle discipline”

 

> 5

Conoscenza dei modi e degli strumenti idonei all’attuazione di una didattica personalizzata, coerente con i bisogni formativi dei singoli alunni, con particolare attenzione all’obiettivo dell’inclusione degli alunni con disabilità e ai bisogni educativi speciali.


Ebook “Bes Inclusione. Bisogni educativi ‘normalmente speciali’”’normalmente speciali’”
Ebook
“Bes Inclusione e personalizzazione”

 

> 6

Conoscenze nel campo dei media per la didattica e degli strumenti interattivi per la gestione della classe.


Ebook
“Sussidi e strumenti didattici: dal libro di testo al web 3.0”

 

> 7

Conoscenza delle problematiche legate alla continuità didattica e all’orientamento.

 

> 8

Conoscenza dei principi dell’autovalutazione d’istituto, con particolare riguardo all’area del miglioramento del sistema scolastico.

 

> 9

Conoscenza approfondita delle Indicazioni nazionali vigenti per la scuola dell’infanzia e del primo ciclo e per i licei, e delle Linee guida per gli istituti tecnici e professionali, anche in relazione al ruolo formativo attribuito ai singoli insegnamenti.


• Ebook “Indicazioni nazionali scuola dell’infanzia e primo ciclo”

 

> 10

Conoscenza della legislazione e della normativa scolastica con particolare riguardo:

a) Costituzione italiana;

b) legge 107/2015;

c) autonomia scolastica e organizzazione del sistema educativo di istruzione e formazione (con riferimento in particolare, al D.P.R. n. 275/1999, al D.L.vo 15 aprile 2005, n. 76, al D.M. 22 agosto 2007, n. 139);

d) ordinamenti didattici: norme generali comuni e, relativamente alle procedure concorsuali, al relativo grado di istruzione (L. 107/2015, D.P.R. n. 89/2009, D.P.R. n. 87/2010, D.P.R. n. 88/2010 e D.P.R. n. 89/2010, D.P.R. n. 122/2009);

e) governance delle istituzioni scolastiche (Testo Unico, Titolo I, capo I);

f) stato giuridico del docente, contratto di lavoro, disciplina del periodo di formazione e di prova;

g) compiti e finalità degli organi tecnici di supporto: l’Invalsi e l’Indire.

h) il sistema nazionale di valutazione (D.P.R. n. 80/2013)

i) normativa specifica per l’inclusione degli alunni disabili, con disturbi specifici di apprendimento e con bisogni educativi speciali;

j) Linee guida nazionali per l’orientamento permanente (nota Miur prot. n. 4232 del 19/2/2014);

k) Linee guida per l’accoglienza e l’integrazione degli alunni stranieri (nota Miur prot. n. 4233 del 19/2/2014);

l) Linee di indirizzo per favorire il diritto allo studio degli alunni adottati (nota Miur prot. n. 7443 del 18/12/2014);

m) Linee di orientamento per azioni di prevenzione e di contrasto al bullismo e al cyberbullismo (nota Miur prot. n. 2519 del 15/4/2015).

 

• Corso e-learning “Conoscenza della legislazione e normativa scolastica”

• Ebook “Lo stato giuridico del personale della scuola

• Ebook “La scuola in Italia

• Ebook “Bes Inclusione e personalizzazione”

 

>11

Conoscenza dei seguenti documenti europei in materia educativa recepiti dall’ordinamento italiano:

a) Quadro Europeo delle Qualifiche per l’apprendimento permanente e relative definizioni di competenza, capacità e conoscenza (raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 23 aprile 2008);

b) Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio 18 dicembre 2006 relativa a competenze chiave per l’apprendimento permanente

c) Programmi di scambi/mobilità di docenti e studenti: programma Erasmus+.

 

Ebook “La scuola nella società multiculturale

 

> 12

Conoscenza di una lingua straniera comunitaria (inglese per la scuola primaria) al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue straniere.

 

> 13

Competenze digitali inerenti all’uso e le potenzialità delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento, nonché con riferimento al Piano Nazionale Scuola Digitale.

 

Ebook “Sussidi e strumenti didattici: dal libro di testo al web 3.0”