Home Attualità Concorso scuola, Azzolina accusa: “Qualcuno non lo ha voluto fare prima”

Concorso scuola, Azzolina accusa: “Qualcuno non lo ha voluto fare prima”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Mentre siamo in attesa che il concorso in ottobre si faccia, come da linea Azzolina, consapevoli che il panorama delle opinioni che contano si divida tra favorevoli e contrari, come abbiamo spiegato in precedenza, ci chiediamo a chi si riferisca la Ministra Lucia Azzolina, con le accuse mosse sul Corriere della Sera, ospite dell’iniziativa Il tempo delle donne.

Ecco lo scambio riportato dall’articolo di Gianna Fregonara e Orsola Riva.

Lei chiede molta pazienza alle famiglie. Sono arrivate decine di domande di genitori che lamentano i buchi nell’organico. Prima ancora che le aule, mancano gli insegnanti.

ICOTEA_19_dentro articolo

“Nessun altro Paese ha stanziato dei soldi per l’organico aggiuntivo, tranne la Spagna. Ci sono piccole criticità, le stiamo risolvendo a poco a poco: le assunzioni che si potevano fare si sono fatte, le altre non si sono fatte perché qualcuno non ha voluto i concorsi.” E rassicura: “Ad ottobre però il concorso si farà.”

La frase ci sembra quanto meno degna di approfondimento, per amore di trasparenza. Chi è, secondo la Ministra, che non ha voluto i concorsi quest’estate? Si potevano fare ma non si sono fatti per volontà di qualcuno? O semplicemente, l’andamento epidemiologico ha reso difficile percorre questa strada?

Capire un simile retroscena sarebbe utile a inquadrare meglio le responsabilità di fronte al dramma, per dirne uno, di bambini disabili senza insegnante di sostegno.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese