Home Attualità Decreto milleproroghe, alla Camera il governo pone la fiducia

Decreto milleproroghe, alla Camera il governo pone la fiducia

CONDIVIDI

Il governo pone la questione di fiducia alla Camera sul decreto legge Milleproroghe: lo ha annunciato in mattinata nell’Aula di Montecitorio il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà.

Il provvedimento è diventato un caso da statistica nella storia parlamentare italiana: durante il suo esame in commissione Bilancio e Affari costituzionali è infatti lievitato dagli iniziali 166 commi ai 434 finali. Il testo del decreto licenziato dal Consiglio dei ministri aveva 43 articoli, a loro volta declinati in complessivi 166 commi. Negli articoli iniziali sono stati inseriti – a suon di emendamenti – nuovi 151 commi.

Dalla Rc auto familiare alla stabilizzazione del personale medico, dagli stanziamenti per gli autobus a Roma alle regole sull’uso dei monopattici elettrici fino ai provvedimenti per la scuola, il testo ha assunto sempre più i contorni di un “omnibus”, in cui sono contenute le norme più disparate.

ICOTEA_19_dentro articolo

I provvedimenti per la scuola

Concorso ordinario infanzia e primaria, ecco l’ultima bozza di bando con tabella titoli [PDF]
Concorso ordinario scuola secondaria, l’ultima bozza del decreto [PDF]
Concorso straordinario secondaria, ecco l’ultima bozza di bando [PDF]

PREPARATI AL CONCORSO PER LA SCUOLA SECONDARIA

Leggi anche

24 Cfu, a chi servono e in quali casi
Concorso scuola secondaria straordinario e ordinario: docenti con requisiti partecipano ad entrambi