Home Concorsi Concorso scuola secondaria straordinario e ordinario: docenti con requisiti partecipano ad entrambi

Concorso scuola secondaria straordinario e ordinario: docenti con requisiti partecipano ad entrambi

CONDIVIDI

E’ possibile partecipare al concorso docenti straordinario e contemporaneamente a quello ordinario?

Con il decreto scuola ormai alle ultime battute prima dell’approvazione definitiva, aumentano le domande relative al concorso scuola secondaria, come quella riportata in apertura.
Ovviamente sarà il bando a fissare una volta per tutte queste condizioni.

Al concorso docenti secondaria si potrà partecipare per una sola regione, per una sola classe di concorso o in alternativa per i posti di sostegno.

ICOTEA_19_dentro articolo

Bisogna però specificare che sarà possibile fare domanda per la stessa classe di concorso o tipologia di posto sia per il concorso straordinario che per il concorso ordinario, sempre per quanto riguarda la scuola secondaria: le due procedure, infatti, dovrebbero essere bandite contemporaneamente e in tal senso, i candidati in possesso dei requisiti potrebbero decidere di provare entrambi i concorsi.

Quindi, si potrà partecipare ad entrambe le procedure, a patto che si posseggano i requisiti per l’uno e l’altro concorso.

Concorso scuola secondaria: i requisiti per partecipare alla procedura riservata

Potranno partecipare al concorso docenti straordinario abilitante per la scuola secondaria di primo e secondo grado, i docenti in possesso dei seguenti requisiti:

  • almeno tre anni di servizio nella scuola secondaria statale (anche su sostegno) dal 2008/2009 al 2018/2019. Chi conclude la terza annualità nel 2019/2020 partecipa con riserva
  • uno dei predetti tre anni deve essere specifico, ossia svolto nella classe di concorso per cui si partecipa.
  • Potranno partecipare, anche se solo ai fini dell’abilitazione, i docenti che hanno maturato il servizio di tre anni nella scuola paritaria.

Concorso scuola secondaria: i requisiti per partecipare alla procedura ordinaria

Al concorso docenti scuola secondaria potranno partecipare tutti i candidati in possesso della laurea magistrale anche se privi di abilitazione. A questo requisito, tuttavia, deve essere aggiunto il possesso dei 24 CFU, ovvero crediti formativi universitari nelle “discipline antropo-psico-pedagogiche e metodologie e tecnologie didattiche”, che restano requisito d’accesso come previsto dal Decreto Legislativo n. 59/2017.

Ciò vuol dire che questo concorso docenti sarà aperto anche a chi non possiede abilitazione. Per questi candidati sarà possibile accedere con 24 CFU.

Per quanto riguarda i posti banditi per il sostegno, oltre ad i requisiti dei posti comuni, sarà necessario avere la specializzazione sul sostegno.

Infine dobbiamo specificare che al concorso scuola ordinario secondaria, potranno partecipare con il solo requisito del diploma “gli insegnanti tecnico-pratici sino al 2024/2025 potranno partecipare alle procedure concorsuali con il solo titolo di studio del diploma e senza l’obbligo del conseguimento dei 24 CFU”.

Quindi, per concludere, poniamo un esempio pratico: un docente che ha maturato almeno tre anni di servizio nella scuola statale ma possiede anche la laurea ed i 24 CFU, potrà partecipare contemporaneamente al concorso scuola straordinario e ordinario, perché in quel caso sarà in possesso dei requisiti richiesti da entrambi i concorsi.

TUTTO SUL CONCORSO STRAORDINARIO

PREPARATI CON I CORSI DELLA TECNICA DELLA SCUOLA

 

Leggi anche

Concorso scuola straordinario, ecco quando sono validi i tre anni di servizio
Concorso scuola straordinario, cosa fare se non si rientra fra i vincitori
Concorso scuola straordinario, sarà bandito per tutte le regioni?
Concorso scuola straordinario, gli argomenti della prova computer based
Concorso straordinario docenti secondaria: le ultime novità
Concorso scuola straordinario, è valido il servizio su sostegno senza specializzazione?