Home Personale Denuncia di infortunio, Inail: il personale scolastico è ad alto rischio di...

Denuncia di infortunio, Inail: il personale scolastico è ad alto rischio di contagio

CONDIVIDI
  • Credion

Gli insegnanti e le altre tipologie di personale scolastico, come ad esempio i dirigenti scolastici, il personale ATA, gli impiegati delle segreterie, gli assistenti tecnici, gli educatori e simili, qualora la prestazione lavorativa sia resa in presenza, sono senz’altro esposti ad un elevato rischio di contagio, in quanto l’attività lavorativa presuppone il contatto con l’utenza, vale a dire con gli studenti e con altri soggetti.

Lo ha ribadito l’Inail, con la nota n. 3159 del 17 marzo 2021, con la quale ha fornito indicazioni riguardanti la denuncia di infortunio per il personale scolastico e studenti positivi al SARS-CoV-2 e per eventuali infortuni accaduti durante la didattica a distanza (DAD) o la didattica digitale integrata (DDI).

Icotea

L’Inail in proposito specifica che, nell’ipotesi di contagio in occasione di lavoro, la responsabilità del datore di lavoro è ipotizzabile solo in caso di violazione della legge o di obblighi derivanti dalle conoscenze sperimentali o tecniche, che nel caso dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 si possono rinvenire nei protocolli e nelle linee guida governativi e regionali di cui all’articolo 1, comma 14 del decreto legge 16 maggio 2020, n.33.

L’eventuale responsabilità del datore di lavoro non è certo conseguenza automatica del contagio del lavoratore in occasione di lavoro, ma può derivare soltanto dall’accertata inosservanza delle prescrizioni contenute nei protocolli nazionali di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del Covid-19 negli ambienti di lavoro, come stabilito dall’articolo 29-bis del decreto-legge 23/2020 convertito dalla legge 40/2020, nonché dall’inosservanza dei protocolli e delle prescrizioni regionali.

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook