Home Personale Dirigenti scolastici neoassunti, caratteristiche del percorso formativo

Dirigenti scolastici neoassunti, caratteristiche del percorso formativo

CONDIVIDI

Con le “Linee operative per la formazione dei dirigenti scolastici neoassunti a.s. 2019-2020” il Miur ha fornito indicazioni in merito all’anno di prova che quest’anno sta impegnando 1.995 neo DS.

Il documento illustra, tra l’altro, come si svolgerà la formazione dei Dirigenti scolastici.

Percorso formativo

È prevista un’attività di accompagnamento della durata di 25 ore attraverso momenti di
“peer review”, di tutoring, di supporto e consulenza.

ICOTEA_19_dentro articolo

A questa si affianca la formazione vera e propria, della durata di 50 ore. Le attività saranno organizzate dagli USR, di norma, per gruppi non superiori a 25 dirigenti neoassunti e, ove possibile, articolati per grado di istituzione scolastica.

Attività di accompagnamento e cronoprogramma 

Gli USR predisporranno specifiche azioni di accompagnamento, tutoraggio, consulenza professionale avvalendosi della collaborazione di dirigenti scolastici con funzioni di tutor, attraverso attività che si affiancano alla formazione.

Le attività di accompagnamento, della durata di 25 ore, sono correlate al calendario delle scadenze più significative della vita della scuola e compongono un ideale cronoprogramma su cui basare il confronto e gli approfondimenti con il tutor.

Si tratta dunque di:

  • operazioni di avvio dell’anno scolastico;
  • organizzazione del lavoro del personale; definizione della Contrattazione di Istituto;
  • elaborazione del Piano delle azioni formative di istituto;
  • impegni per l’anno di formazione del personale neo-assunto;
  • cura per la sicurezza e la prevenzione dei rischi;
  • rapporti con il DSGA, con riguardo alla gestione amministrativo-contabile dell’istituto;
  • predisposizione delle diverse fasi relative alle iscrizioni degli alunni;
  • programmazione degli organici del personale;
  • rapporti con l’INVALSI;
  • forme di incentivazione del personale;
  • scrutini ed esami di Stato.

Attività di formazione

Le attività formative disposte per i dirigenti scolastici in periodo di formazione e di prova sono organizzate dagli USR e sono disposte, di norma, per gruppi di 25 dirigenti, ove possibile ripartiti per grado di istituzione scolastica.

Le attività formative, della durata complessiva minima di 50 ore in presenza, sono connesse

con il profilo del dirigente scolastico e sono correlate alle seguenti aree:

  1. Area dell’ordinamento scolastico;
  2. Area giuridico amministrativa;
  3. Area professionale e formativa;

Attività di tutoring

Ad ogni dirigente scolastico neoassunto verrà fornito il supporto di un tutor. Il rapporto numerico fra i tutor e nuovi Dirigenti Scolastici è, orientativamente, di 1 a 3.