Home Archivio storico 1998-2013 Generico Don Lorenzo Milani quaranta anni dopo

Don Lorenzo Milani quaranta anni dopo

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Nelle scuole e nelle varie associazioni che hanno tra le finalità la diffusione del pensiero e dell’opera del priore di Barbiana c’è un tale fervore di iniziative che risulta impossibile farne l’elenco.

 
Tra le più importanti e significative va annoverato il Convegno su “Don Milani, educatore per la pace”, programmato per i giorni 3/6 luglio 2007 a Salamanca, in Spagna, dove da anni esiste uno dei movimenti di educatori milaniani tra i più impegnati per la diffusione della pedagogia di don Milani.
Qui, grazie anche al padre scolopio Josè Luis Corzo, che dall’alto della sua cattedra della pontificia Università catalana, ha compiuto una delle più serie sperimentazioni di scrittura collettiva e pubblicato numerosi studi, si riuniranno i proff. Alfonso Diez, Miquel Martì, Luisa Mellado, Jesus Garrote, Antonio Oria, Dolores Peres, Antonio Gracia oltre ad alcuni ex alunni di don Milani tra cui Francesco Gesualdi per affrontare i temi: “Lorenzo Milani educatore per la pace nel 40° anniversario della morte”, “La scuola prima delle sfide globali”, “La pedagogia di don Milani in Spagna”, “Esperienze milaniane nella Catalogna”.
In Italia, oltre alla “Marcia di Barbiana”, giunta alla VI Edizione, che ancora una volta vedrà a Vicchio, il 20 maggio, raccolti migliaia di simpatizzanti del priore di Barbiana per una giornata di riflessione, a cura della Fondazione Don Lorenzo Milani, a Firenze, il 5 maggio, si terrà un Convegno su “Don Lorenzo Milani e i valori costituzionali nell’educazione dei giovani” in cui dopo la comunicazione introduttiva di Michele Gesualdi, ex alunno di Barbiana, sarà ascoltata la voce del priore che “legge un brano della lettera ai giudici”.
Sempre a cura della Fondazione il 6 maggio a Vicchio sarà inaugurata la mostra fotografica permanente su “Barbiana: il silenzio diventa voce”.
Intanto c’è da segnalare che il quarantennale della Lettera a una professoressa e della morte di don Milani ha segnato il superamento degli attriti e le incomprensioni tra la Fondazione Don Lorenzo Milani,  che da anni cura la conservazione del ricco materiale della scuola di Barbiana e svolge un’opera supporto alle migliaia di visitatori che annualmente sin recano a visitare quei luoghi, ed il Comune di Vicchio.
Tra le due istituzioni finalmente si è pervenuti ad un’intesa per il migliore utilizzo della Biblioteca Comunale sede della Fondazione.
Stanno, inoltre, per la ricorrenza quarantennale vedendo la luce numerose pubblicazioni. Tra le altre quella di Edoardo Martinelli, ex alunno di don Milani, impegnato in attività educative presso il Comune di Prato su “Don Lorenzo Milani, dal motivo occasionale al motivo profondo”, pubblicato dalla Società Editrice Fiorentina e che vedrà la luce il 20 maggio.
CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese