Home Archivio storico 1998-2013 Personale Dopo il terremoto verifiche di stabilità nelle scuole del Pollino

Dopo il terremoto verifiche di stabilità nelle scuole del Pollino

CONDIVIDI

Dopo un sisma di magnitudo 5.1 le conseguenze alle strutture degli edifici scolastici potrebbero destare molte preoccupazioni, pertanto sono necessarie adeguate indagini strutturali. Queste indagini possono arrivare alla disposizione di un intervento di miglioramento della struttura (punto 8.4.2 del D.M. 14/1/2008), in questo caso è necessario eseguire la “Valutazione della sicurezza” prima e dopo l’intervento (mediante un’analisi globale della struttura), come indicato al punto 8.3 del D.M. 14/1/2008, prevedendo prima di tutto il collaudo statico dell’opera, così come previsto dalla normativa vigente. 
Gli Indirizzi per l’esecuzione degli interventi chiariscono che la scelta della strategia di intervento di miglioramento va fatta in funzione del livello di capacità pre-sisma della struttura.
Il verificatore deve quindi valutare l’azione sismica secondo quanto prescritto al punto 8.5.5 del D.M. 14/1/2008; a tal fine, è necessario conoscere le caratteristiche del sottosuolo (punto 3.2.2 del D.M. 14/1/2008). Inoltre ai fini delle verifiche è necessario disporre di informazioni sulle caratteristiche geometriche, sulle proprietà dei materiali nonché sui dettagli strutturali. In funzione del grado di dettaglio di tali informazioni, il si può stabilire il livello di conoscenza (punti 8.5.4 del D.M. 14/1/2008 e C8.5.4 della circolare n. 617 del 2/2/2009) per la specifica struttura oggetto di analisi.
È dunque necessario effettuare indagini in situ per valutare le proprietà dei materiali strutturali nonché definire le caratteristiche del terreno.

CONDIVIDI