Home Alunni Emilia Romagna: contributi per le spese di trasporto

Emilia Romagna: contributi per le spese di trasporto

CONDIVIDI

Con la Delibera di Giunta regionale n. 474/2014 la Regione Emilia-Romagna ha approvato i criteri e le modalità per la concessione nell’a.s. 2013/14 dei benefici e contributi per servizi di trasporto, per facilitare l’accesso e la frequenza dei corsi.

Le tipologie di servizi oggetto dei benefici sono:

Icotea
  • servizi di trasporto urbano ed extraurbano finalizzato al raggiungimento della sede scolastica, anche con riferimento alle peculiari esigenze degli studenti con disabilità (certificati in base alla normativa vigente);
  • servizi di assistenza specialistica, anche attraverso mezzi di trasporto attrezzati con personale specializzato con riferimento alle peculiari esigenze degli studenti con disabilità, ai sensi dell’art. 3, comma 3, della Legge n. 104/1992.

Possono accedere al contributo gli studenti residenti nella regione Emilia-Romagna frequentanti il terzo, quarto e quinto anno delle scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie:

  • che appartengono a famiglie con reddito, riferito all’anno 2012 (o qualora non disponibile riferito al 2013), il cui valore ISE è inferiore a euro 21.691,19 per un nucleo familiare di tre componenti corrispondente ad un valore ISEE non superiore a euro 10.632,94;
  • che non ricevano o che non abbiano ricevuto nell’a.s. 2013/2014 altri analoghi benefici erogati da Amministrazioni pubbliche per le medesime finalità.

La spesa ammessa a beneficio è la spesa sostenuta nell’a.s. 2013/2014 per i servizi indicati che dovrà essere:

  • completamente a carico delle famiglie e quindi non coperta anche parzialmente da contributi di Amministrazioni pubbliche;
  • giustificata da titolo di viaggio o da altra documentazione fiscalmente valida da conservare da parte del richiedente  anche in previsione di controlli.

L’importo del beneficio, che non potrà essere superiore alla spesa sostenuta, verrà determinato sulla base del fabbisogno complessivo e nell’intento di garantire la più ampia copertura possibile delle domande ammissibili e di realizzare un intervento significativo.

I bandi sono pubblicati sui siti delle Province e contengono l’indicazione delle modalità di presentazione delle domande.

Il termine per la presentazione delle domande è il 24 maggio 2014.