Home Alunni Esami di Stato del secondo ciclo, domande dei candidati entro il 30...

Esami di Stato del secondo ciclo, domande dei candidati entro il 30 novembre 2017

CONDIVIDI

Il Miur ha emanato l’annuale circolare (scarica CM8 2017) concernente la presentazione delle domande da parte dei candidati per gli esami di Stato conclusivi del secondo ciclo di istruzione.

Le scadenze per l’inoltro delle istanze sono le medesime degli anni passati.

Le riportiamo comunque di seguito, indicando anche il destinatario della domanda:

In mezzo alla notizia
  • 30 novembre 2017: alunni dell’ultima classe (Candidati interni) al Dirigente scolastico della scuola frequentata
  • 30 novembre 2017: candidati esterni al Direttore Generale o Dirigente preposto all’Ufficio Scolastico Regionale della regione di residenza
  • 30 novembre 2017: alunni in possesso del diploma
    professionale di tecnico (Regione Lombardia) al Direttore Generale o Dirigente preposto all’Ufficio Scolastico Regionale della regione di residenza
  • 30 novembre 2017: alunni in possesso del diploma professionale di tecnico (Province Autonome di Trento e Bolzano) al Dirigente/direttore della sede dell’istruzione formativa frequentata per il corso annuale
  • 30 novembre 2017: candidati detenuti al Direttore Generale o Dirigente preposto all’Ufficio Scolastico regionale, per il tramite del Direttore della Casa Circondariale
  • 31 gennaio 2018: alunni della penultima classe per
    abbreviazione per merito (Candidati interni) al Dirigente scolastico della scuola frequentata
  • 31 gennaio 2018: domande tardive candidati interni al
    Dirigente scolastico della scuola frequentata e candidati esterni al Direttore Generale o Dirigente preposto all’Ufficio Scolastico
    Regionale della regione di residenza.
  • 20 marzo 2018: alunni con cessazione della frequenza delle lezioni dopo il 31 gennaio 2018 e prima del 15 marzo 2018 (Candidati esterni) al Direttore Generale o Dirigente
    preposto all’Ufficio Scolastico Regionale della regione di
    residenza.

Il 31 gennaio 2018 rappresenta il termine ultimo di presentazione di eventuali domande tardive, ammesso limitatamente a casi di gravi e documentati motivi.

L’esame di tali istanze è rimesso alla valutazione esclusiva dei competenti dirigenti.